Acqua: il Comune di Villa San Giovanni non paga, scatta il decreto ingiuntivo per crediti alla SORICAL

Crediti non pagati e il Comune va in tribunale. Il ricorso per decreto ingiuntivo nato da crediti non pagati alla Sorical spa, concessionaria della Regione per la gestione dell’acquedotto calabro, contro il Comune di Villa San Giovanni, accusato del mancato pagamento della fornitura d'acqua potabile.

Acqua: il Comune di Villa San Giovanni non paga, scatta il decreto ingiuntivo per crediti alla SORICAL
Con Decreto Ingiuntivo n. 569/2021 emesso dal Tribunale di Reggio Calabria su ricorso di AURORA SPE Srl con sede legale in Milano, e per essa la mandataria Collextion Services Srl, notificato al Comune di Villa San Giovanni in data 29/07/2021, ed acquisito al protocollo 22297, veniva ingiunto il pagamento di crediti vantati da Sorical Spa, ceduti a Banca Intesa, e successivamente da ultimo alla Società ricorrente.

L'ingiunzione predetta - come riporta la delibera - non appare legittima poiché, secondo quanto risulta agli atti degli uffici, le fatture poste a base del ricorso risulterebbero liquidate. In opposizione al Decreto Ingiuntivo n. 569/2021, emesso dal Tribunale Civile di Reggio Calabria, al fine di tutelare le ragioni del Comune, la Giunta comunale con delibera n.153 del 07/10/2021, nomina, quale difensore dell'Ente, l'Avv. Fernando Scrivano.

La somma relativa al mancato pagamento della fornitura d'acqua potabile non è stata resa pubblica nella delibera. Non è noto neanche il periodo di riferimento. Oltre la poca trasparenza restano le incongruenze tra le pretese della concessionaria e quanto comunicato dal Comune. Un'altra 'matassa' da sbrogliare per i nostri amministratori che, quantomeno, si spera che allarmi i consiglieri di minoranza che c'è una Città che vuole vederci chiaro.

Vai alla Delibera di Giunta comunale

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI