ASP Reggio: prolungata la sospensione per 26 dipendenti non vaccinati

Il Commissario straordinario Scaffidi con le delibere del 30 dicembre 2021 proroga la sospensione dal servizio per 26 dipendenti dell'ASP di Reggio Calabria. Erano già stati sospesi dall'attività lavorativa il 9 novembre 2021 per mancato assolvimento dell'obbligo vaccinale e comunque non oltre il 31 marzo 2022. Data fissata per il termine dello stato di emergenza per la diffusione dell'epidemia da COVID-19 dal Decreto — Legge 24 dicembre 2021 n. 221.

ASP Reggio: prolungata la sospensione per 26 dipendenti non vaccinati
I dipendenti risultando privi del Green Pass e saranno ancora considerati assenti ingiustificati sino alla presentazione della certificazione verde, e incorrono ad una sanzione amministrativa da 600 a 1.500,00 euro.

Il 2 novembre 2021, si era predisposta la sospensione dal servizio e dalla retribuzione per altri otto dipendenti perché ancora non in regola con la vaccinazione anti-COVID. Ma, successivamente, avevano inoltrato ulteriore documentazione formalmente acquisita dall'Ente, dalla quale emergeva che, i dipendenti, avevano assolto all'obbligo vaccinale e quindi riammessi al servizio.

I 26 dipendenti sospesi, tre dei quali riammessi al servizio, saranno assenti ingiustificati per mancanza della Certificazione verde COVID digitale che non comporta conseguenze disciplinari e prevede il diritto alla conservazione del posto di lavoro. Al tempo stesso, per i giorni di assenza ingiustificata, non sono dovuti né la retribuzione né altro compenso, non si matureranno ferie, permessi, anzianità di servizio, mensilità aggiuntive, tredicesima ed eventuale quattordicesima.

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI