Bando: Centri Diurni per persone con disabilità

Bando rivolto ai "Centri Diurni per persone con Disabilità", non ammessi a retta, che svolgono attività a favore di persone in condizione di non autosufficienza con disabilità grave operanti nell'Ambito Territoriale 14 di Villa san Giovanni - Comuni di: Bagnara Calabra, Calanna, Campo Calabro, Fiumara, Laganadi, San Procopio, San Roberto, Sant’Alessio, Sant’Eufemia, Santo Stefano, Scilla, Sinopoli.

Bando: Centri Diurni per persone con Disabilità
I centri diurni, unitamente ai servizi di assistenza domiciliare, costituiscono uno dei presupposti nell’ambito dei servizi territoriali per l’esplicarsi di una politica sociale tendente a favorire la permanenza dell’utente nell’abituale ambiente di vita, prevedendo e contrastando le situazioni di difficoltà e di svantaggio.
Promuovono il diritto dei cittadini, specie se appartenenti alle categorie più deboli, a non essere allontanati dalla Comunità locale o separati dalla propria famiglia; favoriscono infatti il mantenimento delle persone con disabilità nella propria famiglia e nel normale ambiente sociale evitando il ricorso al ricovero nelle strutture residenziali se non nei casi in cui si renda assolutamente necessario, e per un periodo limitato;
permettono che la persona con disabilità possa sviluppare e migliorare le autonomie psico-fisiche al fine di favorire e potenziare, per quanto possibile, l’autogestione della vita quotidiana;
supportano le persone che presentano disabilità, che impediscono le autonomie e l’autogestione, con la scelta degli ausili più appropriati e l’accompagnamento nella fase iniziale;
garantiscono, con il supporto della famiglia o del tutore o amministratore di sostegno, i rapporti con tutte le agenzie territoriali che partecipano alla fruibilità dei suoi diritti civili e sociali;
facilitano l’orientamento verso la professione più adeguata;
facilitano la organizzazione e la fruizione di attività per il tempo "liberato": attività ludico ricreative, sportive, hobbistiche, culturali, spirituali, sociali, etc.;
promuovono, con la partecipazione delle agenzie territoriali competenti, le pari opportunità e la non discriminazione per le persone con disabilità in ogni luogo di vita quotidiana; facilitano il rafforzamento delle capacità individuali e l’autodeterminazione di ogni persona perché si realizzi l’effettiva inclusione sociale; sostengono le persone con disabilità e le loro famiglie; danno la concreta possibilità alla persona disabile di soddisfare le proprie esigenze di relazionalità umana ed integrazione al di fuori del nucleo familiare e dei servizi che in questa riceve (evitando la istituzionalizzazione, consentendogli una soddisfacente vita di relazione).

La sinergia famiglia/centro diurno costituisce il fulcro di tutta l'azione volta alla inclusione della persona ed il suo inserimento e mantenimento nella propria comunità, infatti esse devono costituire l'una la prosecuzione dell'altra senza soluzione di continuità in base alle esigenze emergenti ed al progetto individuale, personalizzato, espressione anch'esso, della collaborazione famiglia/centro.
L'attività del centro, pur in collaborazione con la famiglia, deve ottenere l'obiettivo di alleggerire il loro carico assistenziale ed agire a supporto della famiglia e alleggerirne il carico assistenziale mediante un complesso di interventi in favore di persone con disabilità gravi flessibilmente adottate alle concrete esigenze dei singoli utenti, migliorando la loro qualità della vita.

Ai fini dell'oragazione degli importi dei voucher, assegnati ai singoli utenti ammessi alla frequenza dei Centri diurni, SI FORNISCONO I SEGUENTI DATI:
a) Soggetti destinatari: accreditati provvisoriamente ai sensi del Regolamento 22/2019 approvato con DGR n. 503/2019, non ammessi a retta.
b) Importo massimo erogabile: € 88.680,58 (IVA compresa);
c) Importo voucher € 26,00 (valore voucher) giornaliero, (o € 48,00 in caso del possesso dei requisiti) per 6 ore al giorno, per singola persona e per i giorni di effettivo servizio reso;
d) Decorrenza: il contributo da erogare avrà la durata di 12 mesi e fino a concorrenza delle somme disponibili, a decorrere dalla data di ammissione ai Centri degli utenti richiedenti il servizio.

I Responsabili dei centri devono, oltre alla documentazione prescritta, presentare:
1. autodichiarazione ai sensi del DPR n.445/2000 sulla effettiva apertura del centro nei giorni e mesi per i quali si chiederà l'erogazione dell’importo del valore del voucher;
2. conferma scritta da parte del familiare caregiver sulle presenze al centro nei periodi per i quali si chiede l'assegnazione del voucher;
3. registro delle presenze;
4. le erogazioni avverranno a consuntivo, nei limiti delle somme erogabili (disponibili) previa presentazione della prescritta documentazione.

Requisiti di carattere generale per accedere alle assegnazioni
I Centri diurni devono:
a) essere costituiti sotto forma di organismi non lucrativi di utilità sociale, organismi della cooperazione, organizzazioni di volontariato, associazioni ed enti di promozione sociale, fondazioni, altri soggetti privati regolarmente accreditati provvisoriamente;
b) prestare la propria attività con carattere di continuità a favore di persone con disabilità grave.
c) non godere di alcuna forma di ammissione a retta;
d) svolgere la loro attività secondo le linee guida allegate alla DGR 638/2018 e alla normativa regionale vigente;
e) essere assicurate in relazione al numero delle persone che frequentano il centro.
f) abbiano adottato la carta dei servizi;
g) mantenere, nel periodo per cui si chiedono i benefici, con regolarità e quotidianità, il registro delle presenze;
h) impegnarsi a redigere il piano multidimensionale personalizzato di intervento, in collaborazione con la famiglia e se necessario con l'ASP competente secondo lo schema: analisi/interventi/risultati attesi/risultati raggiunti/programma per adeguare i risultati raggiunti con quelli attesi in caso di difformità;
i) osservare le normative in materia di sicurezza e igiene dei luoghi; pari opportunità; trasparenza e diritto alla riservatezza.
Requisiti di carattere soggettivo (da dichiarare):
per i rappresentanti legali, amministratori, coordinatore:
- non avere riportato condanne penali definitive ovvero applicazione di pena a richiesta, per delitti non colposi e di non avere procedimenti penali in corso per i medesimi delitti;
- non avere subito misure di prevenzione e di sicurezza e di non avere in corso procedimento per l'irrogazione delle medesime;
Per i soli rappresentanti legali ed amministratori:
- Di essere consapevole e pienamente edotti in merito alle "indicazioni fondamentali" di cui alla manifestazione di interesse, accettandone integralmente il contenuto e di averne ben compreso la ratio;
- Che l’Ente/Soggetto/Cooperativa/Altro che rappresenta è in regola con il pagamento di imposte e tasse, nonché con il pagamento dei contributi previdenziali e assicurativi (DURC), secondo le vigenti disposizioni;
- Di non versare in nessuna condizione di impossibilità di contrattare con la pubblica amministrazione e di non essere a conoscenza di circostante impeditive;
- Di non avere subito condanne ovvero procedimenti penali in corso in materia tributaria;
- Di non avere subito condanne ovvero procedimenti penali in corso in materia di sicurezza sul lavoro;
- Di non avere subito condanne ovvero procedimenti penali in corso in materia previdenziali, assistenziali ed in materia di lavoro;
- Di non versare in situazioni tali da rendere illegittima o anche solo inopportuna la richiesta di partecipazione alla presente manifestazione e di qualunque beneficio pubblico, attraverso il recepimento del voucher da parte del beneficiario;
- Di non avere subito e subire procedimenti per la produzione di documenti ed autocertificazioni falsi al fine di ottenere pubbliche erogazioni;
- di non avere commesso grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni affidate dall’Ambio Territoriale 14;
- di non avere commesso errore grave nell’esercizio della loro attività professionale, accertato con qualsiasi mezzo di prova da parte dall’Ambio Territoriale 14;
- Di erogare, nel Centro Diurno che rappresenta, servizi a favore dei soggetti in condizione di disabilità grave e svolgere attività con forme e metodologie in perfetta corrispondenza alle linee guida allegate alla DGR n. 638/2018 e alla normativa regionale vigente.
Criteri di assegnazione delle risorse:
- risorse massime: € 88.680,58 (IVA Compresa).
- assegnazione: € max. 26,00 (o € 48,00 in caso del possesso dei requisiti) per ogni giornata di effettiva presenza al centro per ogni persona frequentante il centro fino ad esaurimento delle risorse;
- il voucher di € 26,00 o 48 € può essere ridotto proporzionalmente in funzione delle richieste pervenute;
- assegnazione anche in presenza di una sola manifestazione di interesse;

Criteri: la somma (derivante dal n. degli utenti titolari dei voucher che frequenteranno il Centro, rilevabili dal registro delle presenze) sarà erogata ai centri diurni che oltre a manifestare l'interesse a ricevere l'assegnazione, presentino i requisiti per poterne fruire.
Le somme verranno liquidate a 30 gg dalla presentazione della fattura o di altre forme ammesse, con cadenza mensile, dopo presentazione della documentazione richiesta.
L’importo del voucher così come determinato nel presente avviso afferisce esclusivamente alle attività in presenza presso il Centro Diurno accreditato provvisoriamente e non anche al servizio a distanza, che dovrà invece essere oggetto di apposita convenzione/accordo, a seguito di procedimento di valutazione e coprogettazione tra l’aggiudicatario e l’Ufficio di Piano, così come anche le modalità di svolgimento delle eventuali attività a distanza e la relativa rendicontazione.

Controlli: Il Responsabile dell’Ufficio di Piano direttamente, o attraverso apposita commissione, può eseguire in ogni momento i controlli ritenuti opportuni anche rivolgendosi direttamente alle famiglie delle persone che frequentano il centro.
Modalità e termini di presentazione della candidatura:
I Centri diurni accreditati provvisoriamente dell'Ambito Territoriale di Villa San Giovanni interessati devono inviare la candidatura mediante:
- via pec all’indirizzo protocollo.villasg@asmepec.it
- a mani all’ufficio Protocollo di Via Nazionale n. 625 in Villa San Giovanni entro giorno 16/08/2021 alle ore 12.00, a pena di esclusione con, all’oggetto, la seguente dicitura: "Adesione manifestazione interesse centri diurni disabili. Fondo per la non autosufficienza annualità 2015- DGR n. 638/2018".

L’istanza dovrà contenente la domanda di adesione e la dichiarazione rilasciata ai sensi del DPR 445/2000, come da allegati di seguito indicati:
Allegato A): modello di domanda adesione alla Manifestazione di interesse da parte dei "Centri Diurni" accreditati provvisoriamente ai sensi dell’art. 30 comma 4 del Regolamento n. 22/2019 DGR n. 503/2019, non convenzionati e che svolgono attività a favore di persone in condizione di non autosufficienza con disabilità grave di cui alla DGR N. 638/2018, FNA 2015, operanti nell'Ambito Territoriale di Villa San Giovanni - Comuni di: Villa San Giovanni (capofila) Bagnara Calabra, Calanna, Campo Calabro, Fiumara, Laganadi, San Procopio, San Roberto, Sant’Alessio, Sant’Eufemia, Santo Stefano, Scilla, Sinopoli, firmata digitalmente dal l.r.p.t.;
Allegato B): dichiarazione sul possesso dei requisiti per la partecipazione alla Manifestazione di interesse, firmata digitalmente dal l.r.p.t.
La documentazione dovrà pervenire al Comune di Villa San Giovanni, Capofila dell'ambito territoriale, entro giorno 16/08/2021.
Le adesioni alla presente Manifestazione di interesse, pervenute oltre i termini di cui sopra e/o presentate con modalità diverse rispetto a quelle indicate in precedenza, saranno escluse.

N.B.: Si informa che la suddetta adesione vale solo per la presente annualità e non dà diritto a successive erogazioni in modo diretto o dipendenti dall'applicazione della presente procedura.
AVVERTENZE: Il presente avviso non costituisce proposta contrattuale o vincolo per l’Amministrazione scrivente nei confronti dei Centri Diurni interessati.

Clausola di salvaguardia
Il Comune di Villa San Giovanni si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di revocare, modificare o annullare il presente Avviso pubblico, qualora ne ravveda l'opportunità per ragioni di pubblico interesse, senza che per questo i soggetti richiedenti possano vantare dei diritti nei confronti del Comune di Villa San Giovanni.

Allegati
Allegato A
Allegato B

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI