Bando: Contrasto alla povertà educativa. Rivolto a soggetti privati e a Enti del Terzo Settore

Il bando è rivolto a soggetti erogatori privati e a Enti del Terzo Settore che intendono avviare un percorso di collaborazione con l’Impresa sociale, al fine di sostenere o realizzare interventi congiunti di contrasto alla povertà educativa minorile.

Bando: Contrasto alla povertà educativa. Rivolto a soggetti privati e a Enti del Terzo Settore
TIPOLOGIE
Le iniziative saranno classificate in due tipologie:
1. Progetti proposti direttamente da soggetti del Terzo Settore e sostenuti, almeno al 50%, da uno o più cofinanziatori;
2. Progetti da identificare congiuntamente con uno o più cofinanziatori (fino a un massimo di 2), attraverso percorsi di progettazione partecipata (in particolare nel caso di interventi riferiti a territori circoscritti), o attraverso specifici bandi a evidenza pubblica promossi congiuntamente dai cofinanziatori e dall’impresa sociale.
La durata complessiva deve essere compresa fra i 36 e i 48 mesi.

CRITERI DI SELEZIONE DELLE INIZIATIVE IN COFINANZIAMENTO
Sono previste due distinte fasi:
I° FASE – Le idee saranno esaminate in ordine cronologico e saranno ammesse, alla fase di progettazione esecutiva, solo quelle che:
• dimostrino una coerenza rispetto agli obiettivi del Fondo in termini di contrasto della povertà educativa minorile, un’approfondita conoscenza del problema e una coerenza generale tra obiettivi, risorse previste e tempi di realizzazione, evidenziando gli eventuali elementi di innovazione e/o sperimentazione rispetto alle tematiche già affrontate dai bandi;
• siano realizzate da Enti del Terzo Settore in qualità di Soggetto responsabile del progetto, in partnership di almeno tre soggetti, di cui due Enti del Terzo Settore (compreso il soggetto responsabile); gli altri soggetti della partnership, incluso l’ente che si occuperà della valutazione di impatto, potranno appartenere anch’essi al mondo del terzo settore, ovvero della scuola, delle istituzioni, dell’università, della ricerca e al mondo delle imprese.
II° FASE – La progettazione esecutiva potrà avvenire sulla base di due differenti percorsi:
1. Nel caso di progetti proposti direttamente da Enti del Terzo Settore, il proponente dovrà definire il partenariato e far pervenire la proposta a Con i Bambini, tramite piattaforma Chàiros, entro 90 giorni dalla comunicazione di ammissione, completa di tutti gli allegati e con chiara indicazione dei cofinanziatori confermati.
2. Nel caso di progetti da identificare congiuntamente con uno o più cofinanziatori (massimo 2), sarà cura del/i cofinanziatore/i definire il percorso che intende attivare: progettazione partecipata/bando a evidenza pubblica.

RISORSE COMPLESSIVE
10 milioni di euro.
Con i Bambini metterà a disposizione fino ad un massimo del 50% delle risorse finanziarie complessivamente previste per gli interventi, sostenendone la realizzazione con un contributo minimo di € 250.000 e fino ad un massimo di € 1.500.000.

TERMINI PRESENTAZIONE
Le idee del presente bando saranno selezionate man mano che vengono proposte, comunque entro e non oltre le ore 13:00 del 30 dicembre 2022 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Vai agli allegati

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI