"Didattica a Distanza" a Villa San Giovanni: I genitori scrivono al Commissario e al Prefetto per il rinvio delle lezioni in presenza

Una missiva sottoscritta da 250 genitori indirizzata al Commissario prefettizio di palazzo San Giovanni, al Sindaco f.f. della città metropolitana e al Prefetto di Reggio Calabria, per chiedere a gran voce il rinvio delle lezioni in presenza e l’attivazione della "Didattica a Distanza" DAD. Delle misure urgenti per il contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19. La richiesta è rivolta a tutti gli amministratori al fine di adottare provvedimenti volti alla tutela dei cittadini di Villa San Giovanni.

"Didattica a Distanza" a Villa San Giovanni: I genitori scrivono al Commissario ed al Prefetto per il rinvio delle lezioni in presenza
Immediatamente dopo la pausa delle festività natalizie - spiegano i genitori - si è assistito ad un aumento esponenziale dei contagi nel territorio comunale, (più di 250 casi attivi) anche con la nuova variante “Omicron” che non ha risparmiato i più giovani della popolazione.
Considerando che le vaccinazioni della fascia d’eta 5-11 anni, sono ancora in pieno svolgimento, con non poche difficoltà, e che il distanziamento in alcune circostanze è impossibile, viste le reali condizioni degli edifici e degli studenti nelle sedi, senza parlare dei giovanissimi che per problemi patologici non possono sottoporsi a vaccinazione, e l'indice dell’innalzamento dei casi era già percettibile e prevedibile da prima della sospensione natalizia per l’aumento dei contagi all’interno delle stesse scuole che aveva portato un po' dappertutto a chiusure anticipate.

L’aumento dei contagi causerà prevedibilmente assenze di personale scolastico con conseguenti problemi organizzativi relativi soprattutto alla sicurezza ed alla vigilanza dei nostri ragazzi. Le oggettive difficoltà degli organi preposti nella gestione dell’emergenza e dell’ingente numero di richieste di tamponi e di vaccinazioni che ha messo in crisi l’intero apparato. Considerando che l'Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria - nella missiva si legge - è diventato unico presidio ospedaliero di riferimento per la Comunità Villese (è stata anche soppressa l'operatività notturna del punto di primo soccorso dell’Ospedale di Scilla), i genitori chiedono agli organi preposti un urgente rinvio delle lezioni in presenza e attivazione della Didattica a Distanza.

La richiesta nasce dalla grande preoccupazione che ci forniscono i recenti dati rilevabili dai bollettini ufficiali. Lo stesso provvedimento è stato ampiamente adottato da numerosi comuni del reggino, e ritenendo il diritto alla salute ed alla sicurezza uguale per tutti i cittadini in egual modo, rimettiamo nelle vostre mani tale fondamentale decisione, termina la missiva.

La richiesta dei genitori è stata inviata al Commissario Prefettizio del Comune di Villa San Giovanni, al Prefetto di Reggio Calabria, alla Direzione Generale Asp, Sindaco Città Metropolitana di Reggio Calabria dott. Carmelo Versace e, p. c., al Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza dott. Mattia, alla Dirigente scolastica dell’istituto d’istruzione superiore “Nostro-repaci” dott.ssa Maristella Spezzano, alla Dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “Giovanni XXIII” di Villa San Giovanni dott.ssa Teresa Marino e alla Dirigente scolastica dell’istituto professionale alberghiero turistico di Villa San Giovanni dott.ssa Carmela Ciappina.

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI