Avviso pubblico Home Care Premium 2019 – Assistenza domiciliare

AVVISO PUBBLICO

Per la costituzione di un elenco di soggetti attuatori di prestazioni socio assistenziali integrative previste dal progetto Home Care Premium 2019 in favore di soggetti non autosufficienti INPS – ex gestione INPDAP.

Il Comune di Villa San Giovanni, in qualità di Ente capofila dell’Ambito Territoriale 14, comprendente i comuni di Villa San Giovanni, Bagnara Calabra, Calanna, Campo Calabro, Fiumara, Laganadi, San Procopio, San Roberto, Sant’Alessio, Sant’Eufemia, S. Stefano, Scilla, Sinopoli intende procedere ad erogare le prestazioni integrative previste dal progetto Home Care Premium 2019 attraverso la costituzione di un elenco di soggetti attuatori e mediante l’utilizzo dei buoni servizio.


DESTINATARI DELL’AVVISO

Possono essere accreditati i soggetti del terzo settore individuati dalla L.R. n. 23/2003 nonché quelli elencati dal DPCM del 30.03.2001 e riconosciuti ai sensi delle rispettive leggi e precisamente:
a. le organizzazioni di volontariato;
b. le O.N.L.U.S.;
c. le Associazioni e gli Enti di Promozione Sociale;
d. le Società Cooperative Sociali e Organismi della Cooperazione;
e. le Fondazioni;
f. gli Enti di Patronato;
g. gli altri soggetti giuridici non aventi finalità lucrative ed operanti nei settori di intervento previsti dalla L.R. n. 23/2003.

Ai fini dell’esercizio delle attività, di cui al presente avviso, l’iscrizione ai rispettivi albi e registri, tenuti dalle pubbliche amministrazioni ed aventi valenza regionale o provinciale è obbligatoria per tutti gli enti di cui ut supra, tenuti ex lege a tale adempimento. Tale requisito dovrà essere posseduto alla data della domanda di iscrizione all’apposito albo.
Per ottenere l’accreditamento, i soggetti interessati devono essere in possesso dei seguenti
requisiti minimi inderogabili:
1. Carta dei servizi, con l’indicazione di:
- mission (ragion d’essere dell’organizzazione e i valori cui si ispira) desumibile dallo statuto attinente alla specifica tipologia di attività da accreditare;
- principi del servizio, diritti e doveri degli utenti;
- obiettivi e loro articolazione nel tempo;
- servizi offerti e tipologia di prestazioni;
- modalità di erogazione dei servizi;
- Ambiti Territoriali nei quali svolge l’attività l’ente che richiede l’accreditamento;
- modalità di accesso;
- modalità di collaborazione con la committenza per l’elaborazione e l’attivazione dei progetti e/o prestazioni;
- modalità di raccordo nella gestione dell’utenza, nel mantenimento di contatti costanti con la famiglia dell’utente, con i Servizi Sociali di riferimento, con la rete del territorio;
- modalità e tempi massimi di attivazione del servizio dalla richiesta;
- orari di apertura, riferimenti di sede e telefonici;
- standard di qualità, dimensioni e indicatori;
- condizioni per facilitare la valutazione da parte degli utenti e dei soggetti che rappresentano i loro diritti;
- sistema di valutazione adottato, del grado di soddisfazione dell’utenza e del personale in servizio, sistema di verifica e di controllo;
- sistema adottato per l’invio di segnalazioni e reclami.
2. Esperienza documentata di almeno dodici mesi relativa alla gestione di servizi di cura domiciliare alle persone non autosufficienti e/o alle persone con disabilità ovvero relativa alla gestione di attività di assistenza e cura alle persone non autosufficienti e/o alle persone con disabilita e/o di attività socio - assistenziali e/o socio - sanitarie a favore di persone non autosufficienti e persone con disabilità;
3. Assenza delle cause di esclusione previste dalla normativa in vigore per gli appalti pubblici (Codice dei contratti di cui all’art. 80 del D.Lgs 50/ 2016 e ss.mm.ii.).
4. Capacità tecnica e professionale risultante da:
- iscrizione nel registro della C.C.I.A.A. (o equivalente in base alla normativa comunitaria) per attività/oggetto sociale inerente al servizio da eseguire;
- iscrizione ad albi e registri tenuti dalle Pubbliche Amministrazioni ed aventi valenza regionale e provinciale, tenuti ex lege a tale adempimento;
5. Assenza negli ultimi 24 mesi precedenti la domanda di accreditamento di interruzioni di servizi socio assistenziali in essere presso privati e/o Pubbliche Amministrazioni per inadempienze contrattuali a sé interamente imputabili;
6. Assenza, da parte del rappresentante legale dell’Organizzazione, di condanna definitiva per reati gravi in danno allo Stato o alla comunità che incidono sulla moralità professionale;
7. Assenza, da parte del rappresentante legale dell’Organizzazione, di condanne penali per fatti imputabili all’esercizio di unità d’offerta del sistema sanitario, sociosanitario e sociale;
8. Assenza, da parte del legale rappresentante dell’Organizzazione, della applicazione della pena accessoria della interdizione da una professione o da un’arte e interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;
9. Assenza, da parte del legale rappresentante dell’organizzazione, di procedimenti per l’applicazione di una misura di prevenzione o di sicurezza e non avere in corso procedimenti per l’irrogazione delle stesse;
10. Assenza di cancellazione/radiazione dall’Albo dei soggetti accreditati per servizi di cui al presente avviso a seguito di accertata carenza dei requisiti, non previamente comunicati dal soggetto accreditato o per inadempienze contrattuali;
11. Non avere mai subito dichiarazioni di fallimento o consimile procedura concorsuale o procedure esecutive o sequestri o ipoteche giudiziarie e non avere in corso i relativi procedimenti;
12. non essere stato sottoposto a sanzioni tributarie di natura penale o amministrativa divenute definitive, né avere in corso procedimenti per l’irrogazione di esse;
13. essere in regola con la normativa in materia di salubrità e sicurezza sul lavoro e non essere mai stato destinatario di sanzioni penali o amministrative per violazione dei decreti legislativi 494 e 626 dei 1994 nonché del D.lgs. del 9 aprile 2008 N. 81, e norme collegate, né avere in corso relative pendenze;
14. trovarsi in regola con la vigente legislazione in materia di assistenza e previdenza sociale e non essere mai stato sottoposto a sanzioni penali o amministrative per violazione di essa, né avere in corso i relativi procedimenti di irrogazione;
15. rispettare la legislazione comunitaria e nazionale in materia di libera concorrenza e non essere mai stato sottoposto a sanzioni penali o amministrative per violazione di essa, né avere in corso i relativi procedimenti di irrogazione;
16. osservare la vigente normativa in materia di tutela dell'ambiente e non essere mai stato sottoposto a sanzioni penai) o amministrative per violazione di essa, né avere in corso i relativi procedimenti di irrogazione;
17. non essere incorso, nel biennio precedente, nella cancellazione dall'albo dei fornitori di beni, lavori o servizi tenuto da una pubblica amministrazione;
18. non versare in alcuna causa legalmente ostativa o di incompatibilità anche di fatto o di conflitto di interessi, che rende illegittimo o inopportuno, rispetto all’interesse pubblico, l'affidamento dei servizi e delle prestazioni;
19. possedere una struttura aziendale idonea sotto il profilo organizzativo, finanziario e tecnologico all'effettuazione dei servizi e delle prestazioni richieste;
20. non avere mai prodotto documentazioni o autocertificazioni false ai fine di ottenere l'aggiudicazione dei servizi e delle prestazioni;
21. Essere in regola rispetto alla vigente normativa antimafia, ove applicabile;
22. Possesso di un’adeguata professionalità in materia di servizi di cura, con Impiego di personale in possesso delle qualifiche professionali previste dal Bando INPS HCP 2019 nonché dalla normativa vigente.
23. Piano annuale della formazione e/o aggiornamento del coordinatore e degli addetti di almeno 20 ore, da stabilirsi annualmente, con comunicazione dell’inizio dei percorsi formativi al Comune Capofila; nel caso in cui il Comune Capofila organizzi formazione specifica sul servizio, le ore di formazione saranno considerate ai fini del monte ore minimo di formazione; ai fini della formazione sarà considerata la supervisione, purché debitamente certificata e dimostrata, anche con la tenuta di registro interno di partecipazione.
24. Possesso di una sede operativa con attività specifica nell’ambito delle cure domiciliari alle persone non autosufficienti e/o alle persone con disabilità ovvero di assistenza e cura alle persone non autosufficienti e/o alle persone con disabilità e/o di attività socio - assistenziali e/o socio - sanitarie a favore di persone non autosufficienti o con disabilità;
25. rispetto, se previsti, degli Accordi di Legalità;
26. Per garantire continuità nei servizi ai soggetti beneficiari dell’HCP 2017, esclusivamente per le strutture in precedenza già accreditate rispetto al suddetto progetto, l’iscrizione al nuovo elenco degli enti HCP 2019 è concessa tramite una Dichiarazione ai sensi del Dpr n. 445/2000 che indichi:
1. il mantenimento dei requisiti
2. accettazione integrale delle condizioni di fornitura stabilite dall’INPS per le prestazioni riportate nell’allegato elenco.
27. l’accreditato è responsabile dei danni che dovessero subire gli utenti del servizio o terzi nel corso dello svolgimento dell'attività ed imputabili a colpa dei propri operatori o derivanti da gravi irregolarità o carenze nelle prestazioni. L'accreditato dovrà pertanto essere titolare di polizza assicurativa per i rischi di responsabilità civile verso terzi non inferiore a €. 5.000.000,00, che dovrà presentare al Comune al momento della sottoscrizione del disciplinare;
I suddetti requisiti rappresentano elementi essenziali di qualità attesa del servizio, erogato mediante assegno di salute (buono servizio/voucher) e sono richiesti ai soggetti che intendono accreditarsi. La mancanza dei requisiti autocertificati in fase di accreditamento e valutati in base all’attività, costituisce motivo di decadenza dell’accreditamento.
I soggetti richiedenti l’accreditamento dovranno dichiarare ed attestare il possesso dei requisiti sopra indicati mediante dichiarazione sostitutiva, sottoscritta in conformità alle disposizioni del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, da parte del rappresentante legale o da chi formalmente delegato.
Non è ammessa la partecipazione di soggetti per i quali sussistano:
- le cause di esclusione di cui all’art. 80 del D.lgs 50/2016 e ss.mm.ii.;
- le condizioni di cui all’art. 53, comma 16-ter, del D. Lgs. 165/2001 o di cui all’art. 35 del 5
D.L. 24 giugno 2014, n. 90 convertito con modificazioni dalla Legge 11 agosto 2014, n. 114;
- Requisiti di idoneità professionale ex art. 83 comma 3 del D.lgs 50/2016 e ss.mm.ii.

Obblighi dei soggetti accreditati

I soggetti accreditati, pena la cancellazione, devono osservare gli obblighi riportati nei punti seguenti:
1. osservare la vigente normativa in materia di pari opportunità, lavori di disabili e tutela delle categorie protette, ove applicabili;
2. tenere esente l’amministrazione affidante da qualsiasi responsabilità verso terzo scaturente dall’effettuazione dei servizi e delle prestazioni;
3. impegnarsi a comunicare tempestivamente ogni eventuale modifica delle condizioni relative ai requisiti;
4. produrre un protocollo con la descrizione delle modalità e delle procedure di presa in carico e monitoraggio;
5. provvedere all’integrazione tra i servizi: garantire la collaborazione fra il proprio personale e il servizio sociale comunale e gli altri servizi che hanno in carico l’utente.
6. indicare una figura di riferimento per i rapporti con il Comune capo distretto;
7. impegnarsi al rispetto delle modalità e delle scadenze stabilite dal Comune capo distretto, (Debito informativo);
8. assicurare un servizio di informazioni sull’attività propria a sportello o tramite numero telefonico;
9. utilizzare schede di valutazione del grado di soddisfazione dell’utenza/famiglia da somministrare annualmente o al termine dell’intervento;
10. utilizzare schede di valutazione del grado di soddisfazione degli operatori da somministrare annualmente;
11. provvedere all’elaborazione annuale del grado di soddisfazione degli utenti e degli operatori, alla trasmissione al Comune capo distretto ed alla restituzione dei risultati ai soggetti interessati;
12. provvedere all’applicazione integrale, nei confronti dei propri addetti e/o soci, dei contratti collettivi nazionali di lavoro e i contratti integrativi vigenti nel settore socio – assistenziale, per il quale si richiede l’accreditamento, con particolare riferimento al rispetto dei salari contrattuali minimi; tali condizioni economico/contrattuali minime devono essere applicate anche ad eventuali collaboratori a qualsiasi titolo; per le prestazioni legate alle esigenze verso l’esterno (accompagnamento spesa e commissioni e interventi di socializzazione) sono compatibili ed ammessi rapporti convenzionali tra soggetto accreditato e soggetti dell’associazionismo e del volontariato, ferma restando la responsabilità gestionale in capo al soggetto accreditato;
13. rispettare le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, ai sensi dell’art. 17 della Legge 12 marzo 1999, n. 68;
14. rispettare tutte le disposizioni attinenti alla prevenzione degli infortuni ed alle assicurazioni relative a favore di chiunque, a qualunque titolo, lavori per esso;
15. rispettare il codice in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. 30.06.2003, n. 196 e successive modifiche ed integrazioni);

IMPEGNI A CARICO DEL SOGGETTO ATTUATORE

I richiedenti l’iscrizione all’elenco di soggetti attuatori di prestazioni integrative oggetto della presente procedura devono dichiarare l’assunzione dei seguenti impegni, in sede di presentazione dell’istanza, resa secondo il modello allegato al presente Avviso (Allegato 1):
· disporre, ai sensi della L. 328/2000, di una carta dei servizi;
· ben conoscere le norme generali e particolari che regolano l’affidamento delle prestazioni oggetto della presente procedura, oltre che tutti gli obblighi dal medesimo derivanti, tutte le condizioni locali, i Contratti Collettivi di settore, nonché le circostanze generali e particolari che possono aver influito sulla determinazione dei prezzi;
· aver preso visione del presente Avviso, e di accettarne integralmente i contenuti, sotto responsabilità civile e penale;
· aver preso visione del contenuto e dei requisiti di ciascun servizio per cui si chiede l’accreditamento e accettarne integralmente i contenuti, sotto responsabilità civile e penale;
· nell’ambito dei servizi per cui si è accreditati e senza alcuna remunerazione aggiuntiva, impegnarsi ad attuare o a partecipare ad iniziative di collaborazione con altri servizi socio assistenziali dell’Ambito Territoriale 14, al fine della realizzazione di un sistema integrato;
· nell’ambito dei servizi per cui si è stati accreditati e senza alcuna remunerazione aggiuntiva, impegnarsi a partecipare a momenti di formazione comune tra il personale dei servizi pubblici, privati, scolastici e socio assistenziali;
· accettare che tutte le comunicazioni avvengano prioritariamente via pec e/o, in subordine a mezzo posta elettronica o fax.

RENDICONTAZIONE DELLE SPESE

I soggetti fornitori delle prestazioni integrative legate al Progetto HCP 2019 dovranno presentare fattura delle spese sostenute al Comune di Villa San Giovanni in qualità di Ente Capofila dell’Ambito 14, con la seguente voce specificata nell’oggetto: Progetto “Home Care Premium 2019 prestazioni integrative Gestione INPS/Ex INPDAP”.
L’ente accreditato presenterà all’ufficio di Ambito, con cadenza mensile ai fini della rendicontazione e controllo, la Matrice del Buono servizio con allegato prospetto dell’attività erogata, con riportate data ed ore per tipologia di prestazione, il beneficiario e il costo unitario e complessivo mensile per ciascun utente, il foglio delle firme di presenza degli operatori.
Il Comune di Villa San Giovanni provvederà a comunicare le informazioni relative alla fatturazione elettronica.
Con cadenza trimestrale il Comune di Villa San Giovanni procederà a compilare sul portale dedicato da parte dell’INPS la rendicontazione e ad allegare la relativa documentazione giustificativa della spesa. Si precisa che attraverso il suddetto portale INPS il responsabile del programma procederà a confermare l’esatta esecuzione dei PAI e a rispondere ad apposito questionario di customer satisfaction. Sulla base dei riscontri sopra riportati, la Commissione mista composta dai rappresentanti dell’INPS e del Comune di Villa San Giovanni procederà alle opportune verifiche ed alla valutazione dei rendiconti. L’INPS erogherà le spettanze dovute entro 45 giorni dalla validazione dei rendiconti, previa acquisizione del DURC dell’ente destinatario del pagamento (articolo 11 avviso manifestazione interesse HCP).


MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Gli interessati dovranno utilizzare l’apposito modulo allegato al presente Avviso “All. A”, disponibile on line sul sito www.villasangiovanni.rc.it da compilare in ogni sua parte.
Le istanze dovranno pervenire al Comune di Villa San Giovanni, Ente Capofila dell’Ambito Territoriale Sociale 14, entro le ore 12:00 del 15° giorno dalla data di pubblicazione del presente Avviso.

Le istanze d’iscrizione e le dichiarazioni di mantenimento dei requisiti possono essere presentate utilizzando una delle seguenti modalità:

- direttamente al Comune di Villa San Giovanni c/o Ufficio Protocollo;
- con raccomandata A/R indirizzata al Comune di Villa San Giovanni, Ente Capofila dell’ATS 14
– Via Nazionale 625, Cap.89018 – Villa San Giovanni. In tal caso nella busta dovrà essere specificata la seguente dicitura: “DOMANDA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI SOGGETTI ATTUATORI DI PRESTAZIONI INTEGRATIVE PREVISTE DAL PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2019”;

- con modalità telematica, inviando un messaggio di posta elettronica certificata al seguente indirizzo PEC protocollo.villasg@asmepec.it esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Tale messaggio, a cui devono essere allegati:
- allegato A per l’istanza di partecipazione con annessa scheda delle prestazioni da erogare con i relativi prezzi;
- allegato B per la dichiarazione con annessa scheda delle prestazioni da erogare con i relativi prezzi
i modelli di domanda debitamente compilati devono riportare il seguente oggetto:
“DOMANDA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI SOGGETTI ATTUATORI DI PRESTAZIONI INTEGRATIVE PREVISTE DAL PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2019”.

Per ogni utile informazione è possibile rivolgersi allo Sportello Sociale di informazione HOME CARE PREMIUM 2019 dell’Ambito Territoriale 14: Via Nazionale, 531 Villa San Giovanni tel 0965/795195. Email ambitoterritoriale14@comune.villasangiovanni.rc.it

ISTRUTTORIA E FORMULAZIONE ELENCO SOGGETTI ATTUATORI

Il Comune di Villa San Giovanni, nella qualità di Ente capofila dell’Ambito 14, Ente Partner del Progetto HCP 2019, provvederà all’istruttoria delle domande pervenute, verificando il possesso dei requisiti dichiarati. I soggetti giuridici ammessi saranno inseriti nell’elenco di soggetti attuatori di prestazioni integrative previste dal Progetto “Home Care Premium 2019”.
L’Elenco di cui faranno parte anche le strutture già accreditate per il progetto HCP 2017 che dichiareranno il mantenimento dei requisiti, verrà pubblicate all’Albo Pretorio on line del Comune di Villa San Giovanni, Ente capofila dell’Ambito Territoriale 14 e Partner del Progetto, nonché sul sito istituzionale di tutti i Comuni dell’AT 14.


La pubblicazione all’Albo Pretorio on line del Comune di Villa San Giovanni equivale a notifica.
L’elenco ha validità dal giorno della sua approvazione fino alla conclusione del progetto HCP 2019. La durata verrà automaticamente prorogata in caso di prosecuzione del progetto Home Care Premium, salvo diverse disposizioni dell’INPS, gestione ex INPDAP. L’amministrazione si riserva di utilizzare detto elenco, ove compatibile, anche per altre attività inerenti il settore dei servizi socio assistenziali.
L’ iscrizione nell’elenco dei soggetti attuatori non comporta automaticamente la possibilità di erogare le prestazioni, bensì l'inserimento nell'elenco dei soggetti attuatori di prestazioni integrative Home Care Premium 2019 fra i quali il cittadino avente diritto ai servizi potrà effettuare la scelta.

ATTIVAZIONE DEI SERVIZI

Gli Uffici dell’Ente Partner del Progetto appartenenti all’Ambito 14 provvederanno a mettere a disposizione dei soggetti beneficiari delle prestazioni “H.C.P. 2019”, l’elenco dei soggetti accreditati e sarà cura del beneficiario scegliere il fornitore che dovrà erogare le prestazioni previste nel PAI (Piano Assistenziale Individualizzato).

Il soggetto beneficiario dell’intervento “prestazioni integrative”, di cui al Progetto HCP 2019, instaurerà un rapporto diretto con il soggetto iscritto all’elenco per le prestazioni previste nel PAI.
A seguito della formazione del suddetto elenco ed in relazione al numero di soggetti presenti, il Comune di Villa San Giovanni, Ente Capofila dell’Ambito Territoriale 14, in qualità di Ente Partner del progetto determinerà con successivo provvedimento i criteri necessari al fine di evitare posizioni dominanti.

INFORMATIVA IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (D. Lgs. 196/2003 art. 13)

I dati personali raccolti con le domande inoltrate a motivo del presente Avviso, saranno trattati con gli strumenti informatici ed utilizzati nell’ambito del procedimento amministrativo con modalità conformi a quanto previsto dalla normativa, ai sensi del D. Lgs. 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.

Qui per la DOMANDA E PRESTAZIONI
Qui per l'AUTOCERTIFICAZIONE ED ELENCO