Revoca incarichi RUP Ing. Morabito e nuovi provvedimenti all'Ufficio Tecnico del Comune di Villa San Giovanni

A seguito di provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria il Settore Tecnico del Comune di Villa San Giovanni è rimasto privo di dipendenti con profilo professionale tecnico e amministrativo di categoria B, C, e D, con conseguente rallentamento delle attività in un settore nevralgico ed essenziale per la vita di un ente.
Sono in corso numerosi procedimenti di opere pubbliche, alcune delle quali finanziate dalla Regione Calabria o con fondi comunitari delegati dalla stessa, nell'iter dei quali è obbligatorio il rispetto di diversi adempimenti, tra i quali gli impegni sottoscritti in merito ai relativi cronoprogrammi, alle attività di monitoraggio, rendicontazione e certificazione.


Le opere pubbliche devono essere monitorate dal servizio ANAC tramite i sistemi di accreditamento, dal sistema BDAP (Banca Dati Amministrazioni Pubbliche) per l'Analisi e Valutazione della Spesa delle Amministrazioni Centrali dello Stato, Controllo, Monitoraggio e Consolidamento dei Conti Pubblici, Attuazione e Stabilità del Federalismo Fiscale.
Per le opere sopra soglia il Comune si avvale della Stazione Appaltante Unica Provinciale (SUAP).

Nell'ambito del Settore Tecnico l'attuale Responsabile Ing. Albanese Ida ha evidenziato la necessità di un supporto tecnico - amministrativo durante le fasi di realizzazione delle opere pubbliche, nonché per la predisposizione e gestione di diverse gare d'appalto per la manutenzione dei beni del Comune, che impongono l'assunzione di tempestive e corrette decisioni e determinazioni onde evitare danni in capo all'ente.
I procedimenti avviati vedevano individuato quale RUP il precedente Responsabile del Settore Tecnico Ing. Morabito che in atto è sospeso dal servizio.
Per il corretto funzionamento del servizio tecnico e far fronte alla notevole mole di lavoro risulta indispensabile nominare un supporto tecnico e amministrativo al responsabile unico del procedimento (RUP) che si occupi, ognuno per le proprie competenze, delle attività sopra citate al fine di evitare provvedimenti di revoca di finanziamento e/o sanzionatori e garantire il rispetto dei termini stabiliti per portare a compimento i seguenti procedimenti:
-Attività di supporto, devono intendersi un insieme di prestazioni tecniche ed amministrative relative al corretto svolgimento delle funzioni del medesimo RUP, quali analiticamente elencate all'art. 31comma Il del D.lgs. n. 50/2016, e quindi tutte quelle attività strumentali — mediante l'esercizio di specifiche competenze di carattere tecnico, economico-finanziario, amministrativo, organizzativo e legale, dotati di adeguata polizza assicurativa a copertura dei rischi professionali come previsto dall'articolo 24, comma 4, assicurando comunque il rispetto dei principi di pubblicità e di trasparenza.

Evidenziato che, il soggetto incaricato dell'attività di assistenza e supporto tecnico al RUP dovrà collaborare:
nelle fasi di affidamento e di esecuzione delle opere pubbliche inserite negli atti di programmazione triennale, o ancora in corso di definizione e relative a precedenti esercizi fi nanziari, con particolare riferimenti a quelle innanzi citate; nelle partecipazione a bandi di finanziamento di opere pubbliche; 
nella verifica e alla validazione dei progetti di opere pubbliche; 
nell'attività di ricognizione di procedimenti relativi a opere pubbliche relative a precedenti esercizi non ancora conclusi sul piano tecnico-amministrativo (monitoraggio fisico e proce durale, rendicontazioni, certificazioni); 
negli adempimenti prettamente amministrativi durante l'iter programmatorio, progettuale, autorizzativo e realizzativo delle opere pubbliche e degli affidamenti.

Essendo necessario provvedere a riprendere i procedimenti sospesi al fine di evitare provvedimenti di revoca di finanziamenti e/o sanzionatori, al fine di garantire il rispetto dei termini previsti dai rispettivi canali di finanziamento, unitamente alle ulteriori attività di monitoraggio, rendicontazione e certificazione previste dalle normative vigenti, si è
ritenuto di dover conferire l'incarico di RUP all'attuale Responsabile del Settore Tecnico Ing. Ida Albanese affinchè la stessa, anche avvalendosi di assistenza e supporto, ai sensi dell'art. 31 del D.L.vo 50/2016, possa gestire tutti procedimenti gia avviati in atto interrotti, nonché quelli futuri.

Con voti unanimi la Giunta Comunale di Villa San Giovanni
DELIBERA
1) Di conferire alla Responsabile del Settore Tecnico Ing. Ida Albanese l'incarico di R.U.P. per tutti i procedimenti già avviati ed in atto sospesi, nonché per tutti quelli che saranno ripresi. 
2) Di fornire al Responsabile del Settore Tecnico, gli indirizzi necessari affinché provveda al conferimento, dell'incarico di supporto tecnico e amministrativo al Responsabile unico del procedimento per le fasi realizzative delle opere pubbliche, nonché per la predisposizione e gestione delle diverse gare d'appalto da espletarsi per la manutenzione dei beni dell'ente. 
3) di dare atto che il professionista incaricato dovrà collaborare:
nelle fasi di affidamento e di esecuzione delle opere pubbliche inserite negli atti di programmazione triennale, o ancora in corso di definizione e relative a precedenti esercizi finanziari, con particolare riferimento a quelle innanzi citate; 
nelle partecipazione a bandi di finanziamento di opere pubbliche; 
nella verifica e alla validazione dei progetti di opere pubbliche; 
nell'attività di procedimenti relativi a opere pubbliche relative a precedenti esercizi non ancora conclusi sul piano tecnico-amministrativo (monitoraggio fisico e procedurale, rendicontazioni, certificazioni); 
4) di dare atto che il suddetto supporto tecnico-amministrativo al RUP dovrà essere individuato nel rispetto delle procedure previste dal D.lgs. 50/2016
5)di dare indirizzo al Responsabile del Settore Economico Finanziario di incrementare, d'intesa con la Responsabile del Settore Tecnico, nel redigendo bilancio di previsione le risorse per fare fronte alla spesa in argomento;
6)Di revocare tutti gli incarichi di R.U.P. conferiti in precedenza ed incompatibili con il presente provvedimento.

Estratto dalla delibera di Giunta comunale del 09 Gennaio 2020 - data del documento 17 Gennaio 2020 - N. di protocollo 1537.