AVR - Liquidazioni fatture pregresse dei Servizi Espletati(?) nel Comune di Villa San Giovanni


Di seguito si riporta un estratto della Determinazione n.189 del 25 Marzo 2020 della Responsabile del Settore Tecnico Urbanistico del Comune di Villa San Giovanni
con oggetto:

-Servizio gestione integrata dei rifiuti CIG originario 3553386AE1.
-Servizio di spazzamento strade e spazi a verde del Territorio comunale CIG 3939521392.
-Servizio di spazzamento strade e spazi a verde del Territorio comunale CIG 5987070E72.

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Visto il D.Lgs. n. 267/2000, come modificato ed integrato dal D.Lgs. n. 126/2014;
Visto il D.Lgs. n. 118/2011;
Visto il D.Lgs. n. 165/2011;
Visto lo Statuto Comunale;
Visto il regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi;
Visto il regolamento comunale sulla contabilità;
Visto il regolamento comunale sui controlli interni;
Visto il decreto di conferimento dell’incarico di Responsabile di Posizione Organizzativa;

Dato atto che, ai sensi dell’articolo 80, comma 1, del D.Lgs. n. 118/2011, dal 1° gennaio 2015 trovano applicazione le disposizioni inerenti il nuovo ordinamento contabile, laddove non diversamente disposto;

Richiamato l’articolo 10 del D.Lgs. n. 118/2011 ed in particolare:
Il comma 12
Il comma 16

Richiamati altresì:
- La deliberazione del C.C. n. 23 del 28.3.2019 con la quale è stato approvato il Bilancio di previsione finanziario 2019/2021, ex D.Lgs. n. 118/2011;
- La deliberazione della G. C. n. 8 del 31/01/2019 con la quale è st ato approvato il P.E.G provvisorio.

Dato atto che, ai fini del controllo preventivo di regolarità amministrativa contabile di cui all’articolo 147 bis, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000, la regolarità tecnica del presente provvedimento in ordine alla regolarità, legittimità e correttezza all’azione amministrativa, il cui parere favorevole è reso unitamente alla sottoscrizione del presente provvedimento da parte del Responsabile del Settore;

Considerato che con Decreto Sindacale n.37/2019 del 20/12/2019, è stata nominata, titolare della Posizione Organizzativa del Settore Tecnico Urbanistico (Ing. Ida Albanese);

Rilevato che con il medesimo provvedimento sono state conferite alla succitata le funzioni di cui all’art.107 del d.lgs. 267/2000 relativamente all’area di competenza;

Vista la Deliberazione di Giunta Comunale N.3 del 09/01/2020, con la quale veniva revocato ogni incarico di Responsabile del Procedimento al precedente Responsabile di Settore e veniva nominata un nuovo Responsabile del Procedimento;

Considerato che i termini per l’approvazione del bilancio di previsione degli enti locali sono stati differiti al 31/05/2020, in seguito ad emanazione del D.L.17 marzo 2020 n.18;

Dato atto che questo Comune non ha ancora approvato entro il termine ultimo del 31/05/2020, il bilancio di previsione e che, pertanto è necessario avvalersi dell’articolo 163, comma 2, del D.Lgs267/2000;

Visto l’art.163, comma 2, del D.Lgs. 267/2000, secondo il quale:
Nel caso in cui il bilancio di esercizio non sia approvato entro il 31 dicembre e non sia stato autorizzato l'esercizio provvisorio, o il bilancio non sia stato approvato entro i termini previsti ai sensi del comma 3, è consentita esclusivamente una gestione provvisoria nei limiti dei corrispondenti stanziamenti di spesa dell'ultimo bilancio approvato per l'esercizio cui si riferisce la gestione provvisoria. Nel corso della gestione provvisoria l'ente può assumere solo obbligazioni derivanti da provvedimenti giurisdizionali esecutivi, quelle tassativamente regolate dalla legge e quelle necessarie ad evitare che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all'ente. Nel corso della gestione provvisoria l'ente può disporre pagamenti solo per l'assolvimento delle obbligazioni già assunte, delle obbligazioni derivanti da provvedimenti giurisdizionali esecutivi e di obblighi speciali tassativamente regolati dalla legge, per le spese di personale, di residui passivi, di rate di mutuo, di canoni, imposte e tasse, ed, in particolare, per le sole operazioni necessarie ad evitar e che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all'ente;

Considerato
che le somme necessarie alla liquidazione delle suddette fatture sono da imputare ai residui passivi del redigendo bilancio 2020 2022;

Richiamato per ciò che concerne il Servizio di spazzamento strade e spazi a verde del territorio comunale:

-Il Contratto di Appalto Rep.n.1960/2012, stipulato in data 15/10/2012 tra Amministrazione Comunale ed Impresa AVR S.p.A., per lo Svolgimento del Servizio di spazzamento strade e spazi a verde del territorio comunale, per l’importo complessivo di Euro 692.303,62, comprensivo degli oneri per la sicurezza non assoggettati a ribasso, pari ad Euro 12.232,00 CIG 3939521392, della durata di anni due;

-Il Contratto di Appalto Rep.n.2039/2016, del 21/07/2016, stipulato tra Amministrazione Comunale ed Impresa AVR S.p.A., per lo svolgimento del Servizio di spazzamento strade e spazi a verde del territorio comunale, per l’importo complessivo di Euro 887.939,00, comprensivo degli oneri per la sicurezza non assoggettati a ribasso, pari ad Euro 18.000,000 CIG 5987070E72, della durata di anni tre;

-La nota della Società AVR Spa del 19.02.2018 Prot. n.4643, Richiesta revisione del canone d’appalto ai sensi dell’art.115 D.Lgs. 163/2006;

-La Delibera di G.C. n.101 del 27/06/2019, con la quale si dava indirizzo al Settore Tecnico – precedente gestione – nelle more di predisporre una nuova gara, di prorogare il servizio di spazzamento stradale, in quanto servizio essenziale al fine di garantire la tutela degli aspetti igienico-sanitari;

-La nota prot. n.21182 del 09/07/2019, mediante la quale si disponeva all’Impresa AVR S.p.A., di continuare il servizio di spazzamento stradale, senza soluzione di continuità, alle stesse condizioni del contratto precedente;

-La Determinazione del Settore Tecnico Urbanistico precedente gestione n.1276 del 02/12/2019, IMPEGNO DI SPESA ED ESTENDIMENTO INCARICO ALLA SOCIETA’ AVR S.p.A. ANNO 2019 - contratto CIG 8074687282, mediante la quale di fatto, si prorogava fino al 31/12/2019, il contratto per la  gestione del servizio di spazzamento delle strade ed aree a verde comunali, agli stessi patti e condizioni  del servizio di spazzamento delle strade ed aree a verde comunali, per il periodo necessario all’espletamento di una nuova procedura di affidamento ai contratto precedente, per il periodo necessario all’espletamento di una nuova procedura di affidamento ai sensi del D.Lgs.50/2016 , ai sensi del D.Lgs.50/2016 , considerando la natura essenziale del servizio, tutelando la natura essenziale del servizio, finalizzata alla tutela dell’interesse primario della salute e dell’igiene pubblica, nonché dell’ambiente nel suo complesso e si dell’interesse primario della salute e dell’igiene pubblica, nonché dell’ambiente nel suo complesso e si impegnava un corrispettivo totale di Euro 164.579,44 IVA inclusa;

  • Per ciò che concerne il Servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani:
    Il Contratto di Appalto Rep.n.1964/2013 del 10/01/2013, registrato il 31.01.2013 Serie 1/T 454, stipulato tra Amministrazione Comunale ed Impresa AVR S.p.A., riguardante la raccolta RSU sul territorio comunale per l’importo di Euro 3.879.881,83 suddivisa in Euro 3.474.998,30 per il servizio, in Euro 52.177,00 per Oneri di sicurezza ed Euro 352.716,53 per IVA al 10%, per la durata di anni cinque;
  • La Delibera di G.C. n.98 del 22/05/2014, con la quale la Delibera di G.C. n.98 del 22/05/2014, con la quale l’Amministrazione Comunale decideva di Amministrazione Comunale decideva di attuare il sistema di raccolta dei rifiuti domiciliari con il sistema del “Porta a Porta”;
  • La Determina n.361 del 25/07/2014 del Settore Tecnico Urbanistico, precedente gestione, mediante la quale veniva approvato il foglio di Patti e condizioni riferito al nuovo servizio di “Porta a Porta”;
    La Proroga per il proseguimento del servizio di RSU, con il sistema “Porta a Porta”, del 25/10/2017, Prot.n.27247 alla Ditta AVR S.p.A.;
  • La nota della Società AVR Spa del 19.02.2018 La nota della Società AVR Spa del 19.02.2018 Prot. n.4643, Richiesta revisione del canone d’appalto Prot. n.4643, Richiesta revisione del canone d’appalto ai sensi dell’art.115 D.Lgs. 163/2006;
  • La Delibera di G.C. n.84 del 30/10/2018 con la quale si approvava il CSA per l’espletamento della nuova gara d’appalto per l’affidamento del servizio e mediante nuova gara d’appalto per l’affidamento del servizio e mediante la quale si dava incarico al precedente Responsabile del Settore Tecnico Urbanistico, di predisporre la continuazione del servizio di RSU mediante Sistema “Porta a Porta”, proprio nelle more di predisposizione di nuova procedura di affidamento ai sensi del procedura di affidamento ai sensi del D.Lgs.50/2016; D.Lgs.50/2016 ;
  • La Determinazione del Settore Tecnico Urbanistico –– precedente gestione –– n.1214 del 14/11/2019, n.1214 del 14/11/2019, ESTENDIMENTO INCARICO ALLA SOCIETA’ AVR S.p.A. ANNO 2019. CIG 8074835CA1. CIG 8074835CA1, mediante la quale di fatto, si prorogava fino al 31/12/2019, il contratto per la gestione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani agli stessi patti e condizioni di quello in corso, per un corrispettivo totale di Euro 885.036,90 IVA inclusa, da liquidare mensilmente in seguito a presentazione di regolari presentazione di regolari fatture;

Viste le fatture riepilogate e dettagliate nelle tabelle A e B, che si allegano al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale, trasmesse per l’espletamento dei servizi di cui in oggetto;

Dato atto che si tratta di fatture emesse per servizi espletati negli anni 2018 e 2019, riconducibili alla precedente gestione del Settore Tecnico Urbanistico e che non sono state liquidate nei corretti tempi, per motivi non noti alla scrivente attuale Responsabile del Settore;

Dato atto che, trattandosi, per la quasi totalità delle fatture di cui all’oggetto della presente determina, di proroghe di contratti precedenti in essere, concesse all’Impresa per la garanzia della prosecuzione del servizio, in quanto servizi pubblici essenziali e che pertanto l’Impresa stessa ha emesso fatture con i medesimi CIG dei contratti originari;

Dato atto che la scrivente, sta procedendo alla liquidazione delle suddette fatture, solo ed esclusivamente in quanto attuale Responsabile del Settore Tecnico Urbanistico, al quale spetta la competenza dei servizi espletati dall’Impresa;

Considerato che i servizi per i quali sono state emesse le fatture, risultano essere stati svolti dall’Impresa,
per come risulta anche dagli atti d’ufficio;

Accertata la regolarità delle fatture e ritenuto di dovere dare corso alla relativa liquidazione;

Richiamato l’art.1, commi 629, lett.b) e c), 630, 632 e 633 della Legge n.190 del 23/12/2014 (Legge di Stabilità 2015) che introduce l’art.17-ter al D.P.R. n.633/1972, detta nuove disposizioni in materia di scissione dei pagamenti (split payment) e che stabilisce che le Amministrazioni Pubbliche acquirenti di beni e di servizi, ancorché non rivestano la qualità di soggetto passivo dell’I.V.A., debbano versare direttamente all’Erario l’imposta sul valore aggiunto (I.V.A.), addebitata loro dai fornitori, secondo modalità e termini determinati con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 23/01/2015;

Tenuto conto che, in adempimento al quadro normativo sulla tracciabilità dei flussi finanziari (Legge n.136/2010 come modificata dal D.L.n.187/2010, convertito con modificazione in legge n.217/2010), nonché alle indicazioni riportate nelle Determinazioni emanate dall’ANAC, alle procedure di spesa indicate nel presente atto, sono stati assegnati i seguenti CIG:

  • SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI. CIG 3553386AE1;
  • SERVIZIO DI SPAZZAMENTO STRADE E SPAZI A VERDE DEL TERRITORIO COMUNALE. CIG 5987070E72.
  • SERVIZIO SPAZZAMENTO STRADE E SPAZI A VERDE DEL TERRITORIO COMUNALE –ANNO 2012. CIG 3939521392.

DETERMINA

  1. Di liquidare le fatture trasmesse dalla società AVR SpA, con sede legale in Via Francesco Tensi n.116 – 00133 Roma, per l’espletamento dei servizi di cui in oggetto, per l’importo complessivo di Euro 1.212.178,86 IVA compresa, per come riepilogato nelle tabelle allegate alla presente, che ne costituiscono parte integrante.

    La Determina con le relative Tabelle sono disponibili cliccando qui