Occupazione gratuita suolo pubblico comunale. I dettagli della Delibera della Giunta comunale Villa San Giovanni

Si riporta di seguito uno stralcio della Delibera di Giunta del Comune di Villa San Giovanni n.51, con oggetto:
determinazioni sulle occupazioni di suolo pubblico comunale in via sperimentale.


Premesso che, è in atto un'emergenza sanitaria di carattere nazionale causata dall'infezione da Coronavirus COVID-19, che ha portato all'adozione di stringenti misure volte a prevenire ed a limitare la diffusione del contagio con effetti negativi sull' economia nazionale;

VISTA
La deliberazione del Consiglio dei Ministri del 31/01/2020 con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all' insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

PRESO ATTO
Che la citata emergenza sanitaria sta avendo oltre che preoccupanti riflessi sulla popolazione, anche ripercussioni sotto il profilo economico e sociale nella Comunità locale, tali da richiedere ogni supporto che possa essere ulteriormente utile a sostegno dell'intero tessuto sociale ed economico del territorio;

RITENUTO
-Opportuno verificare e valutare tutte le iniziative economiche che l'Amministrazione Comunale potrà porre in essere, nel rispetto delle norme vigenti e fatte salve le ulteriori valutazioni e direttive che potranno derivare dalla continua evoluzione della normativa in materia di finanza pubblica e dei vincoli da questa imposti;

-Necessario, in considerazione della situazione di emergenza sopra descritta, di agire a sostegno delle attività commerciali soprattutto dei titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (bar, pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, ecc.) nel settore ristorazione particolarmente penalizzate a causa dell'emergenza COVID 19

-che, in tale ottica, l'Amministrazione intende concedere gratuitamente l'estensione del suolo pubblico comunale occupato a carattere temporaneo per i soggetti già autorizzati (in possesso di titolo autorizzativo in corso di validità), nonché a coloro i quali intendono occuparlo per la prima volta e ad oggi non in possesso di titolo valido per occupazione di suolo pubblico comunale, sino al 31 dicembre 2020

-che tale attività costituisce il primo adempimento verso una programmazione che consenta alle imprese del settore di riavviare le attività garantendo la sicurezza degli avventori e senza maggiori oneri economici.

Con voti unanimi la Giunta comunale Delibera

Di concedere sino al 31 dicembre 2020 in via sperimentale conseguente all' emergenza COVID19, gratuitamente l'occupazione di suolo pubblico comunale a coloro i quali intendono occuparlo per la prima volta e ad oggi non in possesso di titolo autorizzativo in corso di validità per occupazione di suolo pubblico comunale, nonché l'estensione del suolo pubblico comunale occupato a carattere temporaneo per i soggetti già autorizzati (che dovranno comunque corrispondere quanto dovuto per la concessione già in essere), per il posizionamento di tavoli, sedie, attrezzature e arredi, a carattere temporaneo, da parte dei titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (bar, pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, ecc. ) nel rispetto dei principi di non discriminazione, non aggravio del procedimento, parità di trattamento, proporzionalità, trasparenza, fatti salvi i diritti dei terzi e garantendo in ogni caso la sicurezza per la viabilità e il rispetto della normativa vigente in materia di barriere architettoniche.

Di stabilire altresì che al fine di valutare gli impatti sul tessuto urbano delle nuove modalità di concessione del suolo pubblico comunale gli interessati dovranno trasmettere, unitamente alla domanda in carta libera, una planimetria dell'area urbana pubblica interessata dall'intervento, evidenziando l'esatta dimensione dell'area richiesta o dell'estensione relativa ad un'area già in concessione con la parte prevista in ampliamento con raffigurati gli allestimenti, tenendo conto che la distanza tra i tavoli non dovrà essere inferiore a 2 metri, consentendo agli interessati di indicare anche diverse soluzioni che comunque dovranno rispettare le norme sul distanziamento sociale, ovvero soluzioni che interessino la sede stradale al fine di valutare la fattibilità e le possibili modifiche alla viabilità;

Di richiedere infine di allegare inoltre qualsiasi documento ritenuto utile per una migliore comprensione del progetto. In particolare si rende necessario acquisire informazioni su caratteristiche, colori e materiali degli arredi e di eventuali ombrelloni ecc. In caso di due o più esercizi commerciali contigui sarebbe opportuna una rappresentazione unitaria e concordata tra gli stessi esercenti.

Di consentire a coloro che sono interessati e che non hanno suolo pubblico comunale disponibile antistante il proprio esercizio commerciale di presentare unitamente alla richiesta I 'individuazione di spazi posti sulla carreggiata destinati a parcheggio, fatti salvi i diritti di terzi, per la posa di tavoli e sedie secondo quanto indicato in precedenza.

Di disporre che il Settore Tecnico, di concerto con il Comando di P.L., esamini le richieste pervenute per le successive determinazioni, e che a margine di una istruttoria comunque snella, per non aggravare ulteriormente lo stato economico delle attività produttive locali, venga fornita una concessione ove possibile o un diniego, se le condizioni di sicurezza o disponibilità degli spazi non consentano, l'autorizzazione entro e non oltre 10 giorni dalla ricezione della richiesta al protocollo comunale.

Per la Delibera di Giunta clicca qui