Raccolta Differenziata - Interventi di miglioramento del servizio nel Comune di Campo Calabro

Si riporta di seguito lo stralcio con relativo allegato della Determina 0551/2020 del Settore Tecnico Urbanistico del Comune di Campo Calabro



OGGETTO : POR CALABRIA - FESR-FSE 2014-2020 - Asse 6 - Azione 6.1.2. Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata nel Comune di Campo Calabro. Convenzione rep. 4103 /2019 tra la Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio ed il comune di Campo Calabro.
Fornitura autocarro scarrabile con n.2 due casse scarrabili da utilizzare quale isola ecologica itinerante. Procedura mediante R.d.O. su piattaforma Me.P.A. ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett b) del D.lgs. n. 50/2016 s.m.i. Approvazione aggiudicazione definitiva ai sensi dell’art. 32 comma 5 e dell’art. 33 comma 1 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
L’anno duemilaventi, addì venticinque del mese di maggio nella casa comunale;
Premesso:
- che con deliberazione del C.C. n. 3 del 15/02/2019,esecutiva, è stato approvato il bilancio di previsione finanziaria 2019 – 2021;
- che con deliberazione della G.M. n. 45 del 18/04/2019, esecutiva, è stato approvato il piano esecutivo di gestione (P.E.G.), individuando i servizi, cui sono state assegnate le risorse finanziarie risultanti dal suddetto bilancio di previsione, nelle stesse aree in cui è strutturata l’organizzazione del comune, il piano della performance ed il piano dettagliato degli obiettivi di gestione;
- che con la citata deliberazione con la quale è stato approvato il P.E.G. per l’anno 2019, al responsabile del servizio è stata assegnata la dotazione finanziaria di cui al capitolo di spesa indicato, ove necessario, nella parte dispositiva del presente provvedimento;
Visto l’ art. 107 del D. Lgs. n. 267/2000 ;
Considerato che l’articolo 107, comma 2, del D.L. 17 marzo 2020, n. 18, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17 marzo 2020, ha differito al 31 maggio 2020 il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2020 – 2022;
Visto l’art. 163 comma 3 del D. Lgs. n. 267/2000 che prevede che, ove la scadenza del termine per la deliberazione del bilancio di previsione sia stata fissata da norme statali in un periodo successivo all’inizio dell’esercizio finanziario di riferimento, l’esercizio provvisorio si intende automaticamente autorizzato sino a tale termine e si applicano le modalità di gestione di cui al comma , intendendosi come riferimento l’ultimo bilancio definitivamente approvato;
Visto l’atto di nomina prot. n.° 11934 del 19/09/2019 – Decreto Sindacale n.6, quale responsabile dell’area tecnica e di attribuzione dei poteri di gestione ai sensi dell’art. 107 del T.U.E.L.;
Visto l’atto di nomina prot. n. 113 del 03/01/2018 dei Responsabili delle aree e dei servizi, e successiva proroga giusto decreto sindacale n. 1 del 10/01/2019 prot. n. 1134 del 22/01/2019;
Visto il D. Lgs. n. 267/2000, modificato ed integrato dal D.Lgs. n. 126/2014;

Premesso che:
- con delibera di Giunta Regionale n. 296 del 28 luglio 2016 si approvava il Piano di Azione “Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata in Calabria”, successivamente integrato con la delibera di Giunta Regionale n. 225 del 29.05.2017 “Integrazione Piano di azione interventi per il miglioramento del servizio di raccolta differenziata”;
- il sopra citato Piano di azione, a valere sulle risorse del POR FESR 2014-2020 - Azione 6.1.2 “Realizzare i migliori sistemi di raccolta differenziata e un’adeguata rete di centri di raccolta”, prevedeva la realizzazione di interventi a sostegno della raccolta differenziata, con lo scopo, in particolare di:
- un coinvolgimento diretto e mirato dei Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti e delle Unioni di Comuni già costituite entro la data di presentazione della domanda di finanziamento;
- una precedenza alle realtà territoriali che sono ancora caratterizzate da un basso livello di servizio in termini di percentuale di raccolta differenziata, per incidere più rapidamente sull’incremento sostanziale della % di RD(Somma in peso di tutte la frazioni oggetto di Raccolta Differenziata) a livello regionale;
- con decreto dirigenziale n. 9752 del 05 settembre 2017, nell'ambito dell'attuazione del piano d’azione di cui sopra, il Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria approvava il relativo disciplinare e, contestualmente, impegnato le risorse necessarie;
- la Regione Calabria emanava un bando che prevedeva investimenti a valere sui fondi del POR CALABRIA Fondi POR FESR-FSE 2014-2020, in dettaglio il Dipartimento Ambiente e Territorio - Asse 6 - Azione 6.1.2 pubblicava l’Avviso per la richiesta di finanziamenti per “Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata in Calabria nei Comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti” al fine di raggiungere la percentuale del 65%, obiettivo da raggiungere entro l’anno 2020;
- il bando conteneva la tempistica e la modalità per la richiesta del contributo, per la realizzazione di investimenti nell’ambito delle tipologie delle forniture e dei servizi ammissibili, in coerenza con gli obiettivi del POR, con importanti e significative ricadute sul bilancio comunale;
- al fine di poter avere accesso al finanziamento regionale, l'ente beneficiario doveva presentare, tra l'altro:
- il progetto che prevedesse la riorganizzazione, il completamento, il potenziamento o del servizio di raccolta differenziata, eventualmente, integrato con la proposta di realizzazione di centri innovativi di raccolta mobile a supporto del servizio medesimo, qualora necessari a completare il sistema;
- il Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati;

Dato atto che:
- con la delibera di Giunta Comunale n. 1 del 04.01.2018, si approvava il progetto denominato “Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata nel Comune di Campo Calabro” che prevedeva una richiesta di finanziamento alla Regione Calabria di importo complessivo pari ad €. 102.650,17 (per le annualità 2018 - 2020);
- con la stessa delibera veniva nominato Responsabile del Procedimento l’Arch. Alessandro Idone ed allo stesso si dava mandato di procedere a tutti gli adempimenti necessari per partecipazione al bando da parte dell’Amministrazione comunale di Campo Calabro;
- la partecipazione al predetto bando regionale prevedeva, tra l’altro, anche la redazione della determinazione a contrarre, con specificate le modalità di affidamento dei servizi da eseguirsi e delle eventuali forniture;
- il progetto denominato “Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata nel Comune di Campo Calabro” elaborata dal personale dell’Ente prevedeva le seguenti attività:
servizio di Isola Ecologica Itinerante;
- attuazione del compostaggio domestico attraverso distribuzione del Kit di compostaggio e campagna informativa sullo stesso;
- strategia di contrasto al fenomeno dell’abbandono rifiuti attraverso l’installazione di fototrappole;
- attività di comunicazione (per tutto il territorio comunale);
- monitoraggio e controllo (su tutto il territorio comunale);

Ritenuto che:
- per il progetto denominato “Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata nel Comune di Campo Calabro” di importo complessivo pari a €. 102.650,17 IVA compresa, relativamente alla parte dei servizi pari ad € 18.932,62 IVA compresa, sussistevano i presupposti per affidare l’esecuzione delle pertinenti attività, ai sensi dell’art. 57, comma 5, lettera b) del d.lgs. 163/2006 (ora art. 63 c. 5 del D.lgs. 50/2016), all’attuale gestore dei servizi di igiene urbana, ditta AVR Spa di Roma;
- per il progetto denominato “Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata nel Comune di Campo Calabro” di importo complessivo pari a €. 102.650,17 Iva compresa, relativamente alla parte delle forniture pari ad € 81.540,98 IVA compresa, sussistevano i presupposti per procedere all’affidamento, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera b) e nell’art. 32, comma 14, del D.lgs. n. 50/2016 e s.m.i., a mezzo dell’attivazione di RdO sul Mercato Elettronico della PA, subordinando l’efficacia di tale affidamento all’effettiva erogazione del finanziamento da parte della Regione Calabria;

Vista la nota prot. n. 464 dell’11/01/2018 avente per oggetto “POR Calabria FESR – FSE 2014 2020 – DGR 225 del 29.05.2017 Integrazione Piano di azione . Interventi per il miglioramento della raccolta differenziata in Calabria nei comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti” con la quale si chiedeva alla Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio Serv. 8 Rifiuti – l’ammissione al finanziamento;

Vista la nota prot. n. 238072 del 09/07/2018 , acquisita in atti in data 12.07.2018 con prot. gen. n. 8463, con la quale Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio Serv. 8 Rifiuti, comunicava che con decreto dirigenziale n. 7205 del 05/07/2018 si approvavano le graduatorie provvisorie;
Vista la nota prot. n. 377660 dell’ 08/11/2018 , acquisita in atti in pari data con prot. gen. n. 13170, con la quale Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio Serv. 7, comunicava che con decreto del dirigente generale n. 12509 del 02/11/2019 si approvavano le graduatorie definitive, e trasmetteva schema di convenzione che i beneficiari avrebbero dovuto approvare con delibera di Giunta Comunale;

Vista la delibera di G.M.n. 117 del 15/11/2018, esecutiva, avente per con la quale si approvava lo schema di convenzione inerente il finanziamento in questione e si autorizzava il Sindaco alla sottoscrizione della stessa;
Vista la nota prot. n. 18603 del 17/01/2019 , acquisita in atti in pari data con prot. gen. n. 781, con la quale Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio, comunicava la determinazione del contributo concesso in € 91.468,09 ( Calcolando la voce di costo A4 su base annuale e non triennale) secondo il seguente quadro delle voci in allegato.

Vista la convenzione rep. 4103 del 20/02/2019 tra la Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio ed il comune di Campo Calabro , per la realizzazione dell’operazione denominata “Progetto delle forniture raccolta differenziata comune di Campo Calabro”;

Vista la determinazione n. 122/UT del 28/06/2019 n. 305 R.G. dell’08/07/2019 con la quale, tra l’altro:
si prendeva atto della convenzione rep. 4103 del 20/02/2019 tra la Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio ed il comune di Campo Calabro , per la realizzazione dell’operazione denominata “Progetto delle forniture raccolta differenziata comune di Campo Calabro”;
si prendeva atto della nota prot. n. 18603 del 17/01/2019 , acquisita in atti in pari data con prot. gen. n. 781, con la quale Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio, comunicava la determinazione del contributo concesso in € 91.468,09 secondo il quadro delle voci in allegato.

DETERMINA
1) di dare atto che le premesse sono parte integrante e sostanziale del presente atto;
2) di provvedere, ai sensi dell’art. 32, comma 5 e dell’art. 33, comma 1 del D.Lgs. 50/2016 e sm.i., all’approvazione dell’aggiudicazione definitiva dell’appalto “POR CALABRIA - FESR-FSE 2014-2020 -Asse 6 - Azione 6.1.2. Interventi per il miglioramento del servizio di Raccolta Differenziata nel Comune di Campo Calabro. Convenzione rep. 4103 /2019 tra la Regione Calabria – Dip. Ambiente e Territorio ed il comune di Campo Calabro. Fornitura autocarro scarrabile con n.2 due casse scarrabili da utilizzare quale isola ecologica itinerante”, giusta RDO n. 2544666 effettuata sul Me.P.A., all’operatore economico SOLTEC s.r.l. con sede legale San Benedetto del Tronto (AP), via Valle Piana,40 – C.A.P. 63074 – P. IVA 01621900446, per l’importo di € 44.557,37 al netto del ribasso del 24,50 % sull’importo a base d’asta di € 59.016,39, oltre € 4.098,36 per oneri sicurezza non soggetti a ribasso ed IVA al 22%; (Importo contrattuale € 48.655,73 oltre IVA 22%).
3) di dare atto che, successivamente alla pubblicazione della presente, si provvederà a quanto previsto dall’art. 98 del D.Lgs. 18/04/2016, n.50 e s.m.i.;
4) di provvedere conseguentemente all’espletamento di tutti gli atti inerenti e conseguenti per la stipula del contratto e l’avvio della fornitura;
5) di dare atto che verranno effettuate le comunicazioni, ai sensi e per gli effetti dell’art. 76 comma 5 del D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i.,;
6) di accertare, ai fini del controllo preventivo di regolarità amministrativa-contabile di cui all’articolo 147-bis, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000, la regolarità tecnica del presente provvedimento in ordine alla regolarità, legittimità e correttezza dell’azione amministrativa, il cui parere favorevole è reso unitamente alla sottoscrizione del presente provvedimento da parte del responsabile del servizio;
7) di dare atto che ai sensi dell’art. 31 del D.lgs. n. 50/2016, il Responsabile Unico del Procedimento è l’ing. Giorgio Laganà;
8) di dare atto:
- che il CIG (Codice identificativo gara) a contraddistinguere l'appalto in parola è stato regolarmente richiesto ed ottenuto all'ANAC ed è il seguente: 8265282679;
- che il CUP è il seguente H39F18000530002;
- che, ai sensi dell’articolo 183, comma 1, del D. Lgs. n 267/2000 e del principio contabile applicato all. 4/2 al D. Lgs. n. 118/2011, le seguenti somme sono corrispondenti ad obbligazioni giuridicamente perfezionate, con imputazione agli esercizi in cui le stesse sono esigibili

Il Responsabile di Posizione Organizzativa presso il Comune di Campo Calabro
DICHIARA
ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, e consapevole della responsabilità penale cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi dell’art. 76 del citato DPR n. 445/2000,di non trovarsi, in relazione al presente atto, in alcuna delle situazioni di conflitto di interesse, anche potenziale, di seguito esemplificate, tali da ledere l’imparzialità del proprio corretto agire amministrativo, ovvero:
- non sono coinvolti interessi propri;
- non sono coinvolti interessi di coniuge/convivente more uxorio, parenti o affini entro il secondo grado;
- non sono coinvolti interessi di persone con le quali ha rapporti di frequentazione abituale;
- non sono coinvolti interessi di soggetti od organizzazioni con cui il Responsabile o il proprio coniuge ha causa pendente;
- non sono coinvolti interessi di soggetti od organizzazioni con cui il Responsabile o il proprio coniuge ha grave inimicizia;
- non sono coinvolti interessi di soggetti od organizzazioni con cui il Responsabile o il proprio coniuge ha rapporti di credito o debito significativi;
- non sono coinvolti interessi di soggetti od organizzazioni di cui il Responsabile sia tutore, curatore, procuratore o agente;
- non sono coinvolti interessi di enti, associazioni, anche non riconosciute, comitati, società o stabilimenti di cui il sottoscritto sia amministratore o gerente o dirigente;
- non sussistono con i soggetti interessati al presente procedimento legami di diversa natura capaci di incidere negativamente sull’imparzialità dei titolari di posizione organizzativa e dei responsabili di procedimento.

Allegato
Per la Determina clicca qui