Adeguamento aule didattiche scuola centro Giovanni XXIII, approvazione del progetto esecutivo

Si riporta di seguito uno stralcio della Determina n.581 del 16 settembre 2020 del Settore Tecnico Urbanistico del Comune di Villa San Giovanni.


Oggetto: approvazione progetto esecutivo, prenotazione fondi e determina a contrarre mediante trattativa diretta su Mepa per l’affidamento diretto dei lavori ai sensi della disciplina  sostitutiva dell’art.36 comma 2 del D.lgs.50/2016 introdotta  dall’art.1 del d.l. n.76/2020 per i seguenti lavori:
interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria Covid-19.  

I termini per l’approvazione del bilancio di previsione degli enti locali sono stati differiti al 30/09/2020, in seguito all’emanazione del D.lgs 19 maggio 2020 n.34 convertito con modificazioni dalla L. 17 Luglio 2020 n.77 recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19, art.106 comma 3-bis (in S.O. n. 25, relativo alla G.U. 18/07/2020, n. 180);

Dato Atto che questo Comune non ha ancora approvato entro il termine ultimo del 30/09/2020, il bilancio di previsione e che, pertanto è necessario avvalersi dell’articolo 163, comma 2, del D.lgs. 267/2000;

Visto l’art.163, comma 2, del D.lgs. 267/2000, secondo il quale:
Nel caso in cui il bilancio di esercizio non sia approvato entro il 31 dicembre e non sia stato autorizzato l'esercizio provvisorio, o il bilancio non sia stato approvato entro i termini previsti ai sensi del comma 3, è consentita esclusivamente una gestione provvisoria nei limiti dei corrispondenti stanziamenti di spesa dell'ultimo bilancio approvato per l'esercizio cui si riferisce la gestione provvisoria. Nel corso della gestione provvisoria l'ente può assumere solo obbligazioni derivanti da provvedimenti giurisdizionali esecutivi, quelle tassativamente regolate dalla legge e quelle necessarie ad evitare che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all'ente. Nel corso della gestione provvisoria l'ente può disporre pagamenti solo per l'assolvimento delle obbligazioni già assunte, delle obbligazioni derivanti da provvedimenti giurisdizionali esecutivi e di obblighi speciali tassativamente regolati dalla legge, per le spese di personale, di residui passivi, di rate di mutuo, di canoni, imposte e tasse, ed in particolare, per le sole operazioni necessarie ad evitare che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all'ente;

Premesso che il Comune di Villa San Giovanni, è risultato, in seguito a partecipazione ad Avviso Pubblico emanato dal Ministero dell’Istruzione con Nota Protocollo AOODGEFID/13194 del 24/06/2020, per Interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da COVID-19, beneficiario di contributo finanziario di € 70.000,00 ricadente nell’ambito dei Fondi Strutturali Europei – PON “Per la Scuola, Competenze ed ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – ASSE II – Infrastrutture per l’Istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), per l’esecuzione di interventi coerenti con le finalità dell’avviso;


Premesso che con Delibera di Giunta Comunale n.97 del 28/08/2020, è stata approvata la scheda progettuale sintetica, redatta dal personale tecnico di questo Settore, riepilogativa degli interventi di adeguamento ed adattamento funzionale degli spazi e delle aule, coerenti con la tipologia degli interventi ammissibili previsti dal finanziamento e riferite agli edifici scolastici di competenza, che risultino censiti nell’Anagrafe Nazionale dell’Edilizia Scolastico;

Considerato che con Determina n°526 del 27/08/2020 di questo Settore, è stato nominato RUP del progetto PON, ai sensi dell’art.31, comma 1, del D.Lgs.50/2016, l’Architetto Simona Demoro, dipendente del Settore Tecnico con qualifica di Istruttore Tecnico di Categoria C;


VISTO l’art. 6-bis della legge 7 agosto 1990, n. 241, introdotto dall'art. 1, comma 41, della legge 6 novembre 2012, n. 190, relativo all’obbligo di astensione dall’incarico del responsabile del procedimento in caso di conflitto di interessi, e all’obbligo di segnalazione da parte dello stesso di ogni situazione di conflitto (anche potenziale); 

Tenuto conto che, nei confronti del RUP individuato non sussistono le condizioni ostative previste dalla succitata norma;

Considerato che, in seguito ad analisi di dettaglio dei fabbisogni relativi agli edifici scolastici di competenza, al fine di garantire la corretta ripresa delle attività scolastiche in sicurezza, sono risultati oggetto di progettazione ai fini dell’adeguamento degli spazi, i seguenti edifici scolastici dell'Istituto comprensivo Giovanni XXIII:

  1. Scuola Primaria Centro “Giovanni XXIII” – Villa San Giovanni;
  2. Scuola Primaria/Infanzia Rocco Larussa- Località Acciarello di Villa San Giovanni;
  3. Scuola di II°Grado “Rocco Caminiti” – Villa San Giovanni;
  4. Scuola di II°Grado “Rocco Caminiti” – Località Cannitello di Villa San Giovanni.

Considerato che, si rende necessario procedere, in tempi celeri, all’affidamento dei lavori relativi al progetto di cui sopra, in virtù della necessità di disporre di spazi adeguati ai fini della ripresa delle attività scolastiche in presenza ed in sicurezza, al fine di rispettare quanto previsto dai documenti tecnici elaborati dal CTS- Comitato Tecnico Scientifico per garantire la riapertura degli edifici scolastici;

Visto il D.M. MIUR N.39 del 26/06/2020 denominato Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 ed il relativo allegato tecnico, con specifico riferimento ai compiti dell’Ente Locale circa il reperimento di idonei spazi per garantire la ripresa delle attività scolastiche;

Visto l’art.192 “Determinazioni a contrattare e relative procedure” del Testo Unico degli Enti Locali (D.Lgs.18 Agosto 2000, n.267) e l’art.32, comma 2 del D.Lgs.50/2016 che prescrive che la stipula dei contratti debba essere preceduta da apposita determinazione a contrarre, indicante il fine che il contratto intende perseguire, l’oggetto del contratto, la sua forma e le clausole ritenute essenziali, le modalità di scelta del contraente e le ragioni che ne sono alla base;

Dato atto della disciplina sostitutiva dell’art.36 del D.Lgs.50/2016, per le procedure indette entro il 31 dicembre 2021, introdotta dall’art.1 del D.L. n.76/2020, che prevede al comma 2, lett.a) quanto segue: 

Fermo quanto previsto dagli articoli 37 e 38 del decreto legislativo n. 50 del 2016, le stazioni appaltanti procedono all’affidamento delle attività di esecuzione di lavori, servizi e forniture, nonché dei servizi di ingegneria e architettura, inclusa l’attività di progettazione, di importo inferiore alle soglie di cui all’articolo 35 del decreto legislativo n. 50 del 2016 secondo le seguenti modalità:
a) affidamento diretto per lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 150.000 euro e per servizi e forniture, ivi compresi i servizi di ingegneria e architettura e l’attività di progettazione, di importo inferiore a 75.000 euro;

Considerato che il valore stimato del finanziamento relativo alle opere di cui alla presente determina, ammonta a complessivi € 70.000,00 di cui per lavori a base d’asta  € 57.399,78 e € 1.000,00  per oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso;


Dato atto che l’importo dei lavori rientra all’interno della soglia prevista dall’art.1, comma 2, lett.a) del D.L. 76/2020 Procedure per l’incentivazione degli investimenti pubblici durante il periodo emergenziale in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici sotto soglia, per poter procedere con affidamento diretto; 

Determina
Per i motivi espressi nella premessa, che si intendono ripetuti e trascritti quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento:
1.Di approvare il progetto esecutivo, relativo agli Interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria COVID-19 ed il relativo quadro economico, per importo a base d’asta soggetto a ribasso pari ad € 58.399,78, di cui oneri della sicurezza non soggetti a ribasso € 1.000,00 (oltre IVA) ;
2.Di nominare come Direttore dei Lavori e Coordinatore della Sicurezza in fase di esecuzione, il dipendente del Settore Tecnico Urbanistico, Ing. Francesco Foti, Istruttore direttivo tecnico di categoria D1;

Per la determina clicca qui