Protocollo d'intesa tra il Comune di Villa San Giovanni e l'Unione Nazionale Consumatori - Versione Integrale

In data 25 Gennaio 2019 fra il Comune di Villa San Giovanni rappresentato dal Sindaco Dott. Giovanni Siclari e l'Unione Nazionale Consumatori Delegazione di Villa San Giovanni rappresentata dal Responsabile Dott. Tullio Caracciolo è stato sottoscritto un "Protocollo D'Intesa".

Vista la Legge n.244 del 24/12/2007 all'art. 2 comma 461 che valorizza la funzione delle Associazioni dei Consumatori riconoscendo alle stesse importanti prerogative che l'Amministrazione Comunale di Villa San Giovanni intende assicurare e salvaguardare nel rispetto dei ruoli di ciascuno.

Inoltre, la Regione Calabria attraverso la Legge Regionale n.7/2018 intende promuovere la collaborazione fra le Associazioni dei Consumatori e Utenti e pubbliche Amministrazioni per l'erogazione di servizi pubblici secondo standard qualità ed efficienza.
E' intenzione dell'Amministrazione Comunale riconoscere alla all'Unione Nazionale Consumatori ed in particolare alla Delegazione di questa Associazione dei Consumatori, in quanto, rappresentativa in ambito territoriale degli interessi dei cittadini e dei consumatori pur nel rispetto della sua autonomia e indipendenza, per il ruolo e le attività che svolge nella propria sede istituzionale con riferimento al Codice del Consumo D.L s 6 settembre 2005 n. 206, in materia di: informazione, formazione, orientamento, diffusione e
promozione di tutte le tematiche che interessano i cittadini consumatori e utenti, in particolare, riguardo a pratiche commerciali scorrette: truffe, frodi, clausole vessatorie, pubblicità ingannevole, indirizzo ai cittadini sulle scelte in materia di consumi, assistenza in caso di raggiri o altro, tramite un percorso conciliativo, assistenza al cittadino nel percorso di accesso alla giustizia, orientamento giuridico, eventuale  supporto-assistenza e consulenza legale, attraverso professionisti esperti, ed i legali dell'Associazione dei Consumatori. Inoltre, consulenza ed assistenza ai cittadini-consumatori sulle questioni che hanno rilevanza agli effetti della tutela dei diritti degli stessi, ivi compresi i tributi locali e le tariffe comunali.

Considerato che, è obiettivo prioritario e comune delle Parti tutelare gli interessi dei Cittadini-consumatori ed Utenti ed il loro diritti all'informazione, ed anche obiettivo comune delle Parti conseguire la maggiore qualità ed efficienza nei servizi erogati ai Cittadini consumatori ed Utenti con particolare attenzione al rapporto tra livelli di qualità e le tariffe adottate.

Il Comune è dotato di un sito internet istituzionale tramite il quale saranno evidenziate le modalità attraverso le quali i cittadini potranno inviare le loro segnalazioni ed i loro eventuali reclami, relativamente sia sui servizi comunali che quelli pubblici gestiti anche da privati.
L’Associazione dei Consumatori di concerto con il Comune di Villa San Giovanni al fine di facilitare l'attività succitata intende dotarsi tra l'altro di uno specifico indirizzo di posta elettronica (es.sportellodelcittadinocomune.villasangiovanni.rc.it), al quale affiancare/integrare successivamente un'attività di sportello font-office presso la propria sede per consentire ai cittadini-utenti-consumatori di presentare qualsiasi segnalazione/reclamo o proposta in merito alle attività svolte dagli uffici del Comune o ai servizi comunali, sia che siano svolti direttamente dall'Ente, che esternalizzati a soggetti esterni quanto ai tributi locali, e poter ricevere ove possibile una tempestiva risposta, indicazioni utili per la risoluzione di quanto evidenziato.

il Comune nell'ambito della verifica e dei controlli su soggetti pubblici e/o privati che erogano servizi pubblici riconosce il ruolo consultivo dell'Associazione dei Consumatori in relazione al supporto nella verifica degli standard di qualità e di quantità, nonché, dei contratti di servizio relativi ai servizi ed alle prestazioni erogate all'Ente e/o ai cittadini-consumatori.


In attuazione dell'art. 2 comma 461 della Legge n. 244 del 2007 e delle "Norme per la Tutela dei Consumatori e degli Utenti di cui all'art. 1 lettera e, della
Legge Regionale  n. 7 del 2018 il Comune di Villa San Giovanni e l'Unione Nazionale Consumatori si impegano a:   

  1. Collaborare nella verifica e analisi di clausole da inserire in sede di stipula o  aggiornamento dei contratti di servizio anche al fine di pretendere il rispetto del disposto legislativo di cui all'art. 2 comma 461 della Legge n. 244 del 2007 e della L.R. 08/01/2018 n. 7.
  2. Favorire il flusso e lo scambio di informazioni reciproche in tema di contratti di servizio standard di qualità e utilità reclami e disa i ro oste ed osservazioni da arte dei sin oli utenti'.
  3. Verificare periodicamente e congiuntamente l'adeguatezza dei parametri quantitativi e qualitativi fissati nei contratti di servizio sia comunali che prestati tramite soggetti esterni alle esignze dell'utenza, fermo restando la possibilità per ogni  cittadino di presentare osservazioni e proposte in merito, anche realizzando ove ossibile un sistema di rilevazione del livello di soddisfacimento dei cittadini-utenti in merito a ciascun servizio.
  4. Monitorare congiuntamente sotto la diretta responsabilità del Comune e con la partecipazione di rappresentanti dell'Unione Nazionale Consumatori il rispetto dei parametri fissati nei contratti di servizio.
  5. Verificare il funzionamento dei singoli servizi in adempimento a quanto previsto dalla lettera e del comma 461.
  6. Esaminare i casi aventi oggetto segalazioni di disservizio pervenute al Comune, anche al fine di valutare iniziative di mi gioramento dei  servizi erogati direttamente dal Comune o tramite concessionario e/o Enti terzi.

Al fine di attuare gli impegni  contenuti nel protocollo tra l'Associazione dei Consumatori ed il Comune è inoltre costituito un Tavolo di lavoro che si riunirà su impulso del Comune almeno una volta l'anno, e comunque ogni volta che sia bisogno anche ove fosse ritenuto necessario, con il coinvolgimento di altri soggetti, Enti e Istituzioni gestori di pubblici
servizi.

Importante, la verifica del funzionamento dei servizi di cui all'art. 2 comma 461 lettera e, della legge n. 244 del 2007, valutare le osservazioni, le proposte e le segnalazioni provenienti dai cittadini-utenti-consumatori.

Le parti si impegano, altresì, alla più ampia collaborazione volta a migliorare e garantire una corretta, chiara, ed efficiente informazione all'utenza anche attraverso la realizzazione di specifiche iniziative,  programmi e progetti di orientamento, comunicazione, divulgazione e informazione ai cittadini consumatori.

Il "tavolo di lavoro" istituto con provvedimento sindacale, sarà composto oltre che da un rappresentante dell'Associazione dei Consumatori firmataria del relativo protocollo d'intesa, dai Responsabili comunali dei Settori interessati e potrà essere intgr ato di volta in volta anche dai Responsabili di servizio della struttura comunale a seconda dell'argomento in discussione, a cui otrà partecipare il Sindaco e l'Assessore cornpetente. Inoltre, la partecipazione al "tavolo di lavoro" è assolutamente gratuita e non prevede alcuna indennità o gettone di presenza, e/o rimborso spese a favore dei componenti o di altri soggetti invitati a partecipare. Infine, il "tavolo di lavoro" potrà organizzarsi in gruppi per singoli settori e richiedere l'audizione di soggetti gestori di servizi pubblici locali, rappresentanti di Enti ed Istituzioni pubbliche e private, nonché di tecnici professionisti ed esperti anche esterni.
Al fine di tutelare i diritti dei consumatori e degli utenti dei servizi pubblici locali e di garantire la qualità, l'universalità, e l'economicità dei servizi e delle prestazioni.

Per Il Protocollo D'Intesa Integrale clicca qui