Arriva il car sharing a Reggio Calabria – Villa S.Giovanni – Scilla: tutto pronto per l’avvio della fase sperimentale con ATAM SpA

La Città Metropolitana di Reggio Calabria è da tempo impegnata nella costruzione di un moderno ed efficiente modello di mobilità per il trasporto di persone mediante auto servizi pubblici non di linea, orientato alla crescita del suo territorio e delle realtà locali. La Città Metropolitana di Reggio Calabria ha competenza in materia di mobilità, e in particolare di trasporto pubblico locale, a vario titolo, ai sensi dell’art. 117 della Costituzione Italiana e della normativa in materia (Decreto Legislativo 19 novembre 1997, n. 422, Legge 7 aprile 2014, n. 56, art. 3-bis del Decreto-Legge 13 agosto 2011, n. 138, art. 48 del Decreto-Legge 24 aprile 2017, n. 50), nonchè sulla base delle specifiche previsioni della legge n.56/2014. In particolare, la Città Metropolitana di Reggio Calabria con Delibera n. 24 del 21/02/2019 ha approvato lo schema di accordo per l'Istituzione dell'Area Integrata dello Stretto, dove, fra l'altro, è previsto il sostegno al percorso di integrazione e coordinamento fra i servizi di trasporto pubblico locale, già offerti dalle aziende di trasporto comunali, ATM e ATAM, anche finalizzato a consorziare le due società, nel rispetto dei principi di efficienza, efficacia e trasparenza dell’azione amministrativa.

                                                                                                                           
In data 01 Marzo 2019 è stata istituita l'Area Integrata dello Stretto con lo scopo di permettere ai cittadini di muoversi con sempre maggiore facilità tra le due sponde, sfruttando al meglio il triangolo geografico Reggio Calabria - Villa San Giovanni - Messina, da rendere stabile, lineare e soprattutto semplice ogni tipo di spostamento. La Città Metropolitana di Reggio Calabria intende costruire ed avviare politica del trasporto pubblico basata su un processo di pianificazione, gestione integrata e monitoraggio, di servizi di mobilità avanzata. Tale processo è volto a modificare i comportamenti di viaggio degli utenti, infittire le reti di connessione materiali e immateriali, favorire l'integrazione tra differenti modalità di trasporto, che sono azioni indispensabili per un sistema dei trasporti più sicuro ed economicamente sostenibile.

La Città Metropolitana di Reggio Calabria ha già avviato e sperimentato sistemi di Mobilità Intercomunale, integrativi e complementari ai servizi di TPL, finalizzati a sostenerla domanda di mobilità a scala intercomunale (studenti, lavoratori, etc.) all’interno delle aree territoriali conurbate e verso i Comuni dove sono localizzati i più importanti servizi pubblici del territorio (scuole, ospedali, uffici pubblici, stazioni ferroviarie, porti, aeroporti etc.). I servizi di mobilità e trasporto complementari ed integrativi di persone denominati Chi-Ama bus e C'entro con car sharing, attuati dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, hanno consentito di acquisire numerose utili informazioni sugli spostamenti generati dagli individui sull'area metropolitana in un dato periodo temporale, consentendo di eseguire analisi specifiche sugli spostamenti generati e spostamenti attratti.
La centrale operativa della mobilità realizzata nel 2016, attualmente gestita dalla società partecipata della Città Metropolitana di Reggio Calabria SVI.PRO.RE S.p.A., ha raccolto, con la supervisione del Settore competente, i flussi di mobilità ed il numero di utenti che in un arco temporale hanno usufruito dei servizi offerti dai sistemi di trasporto Chi-Ama bus e C'Entro con car sharing. I risultati delle analisi sui dati raccolti hanno determinato la possibilità di eseguire la rappresentazione spaziale e la rappresentazione matriciale della domanda di mobilità, oltre l'individuazione dei nodi di aggregazione, che risultano di notevole importanza e consistenza, tali da evidenziare il consolidamento di una ragguardevole ed impegnativa richiesta di servizi di pubblica utilità rivolti alla mobilità. La Città Metropolitana di Reggio Calabria stante il considerevole interesse pubblico riscontrato per servizi di mobilità complementari, ritiene di provvedere ad una migliore organizzazione della gestione dei servizi attraverso il coinvolgimento attivo dell'Azienda di Trasporto pubblico per l'Area Metropolitana (ATAM) di Reggio Calabria, al fine di offrire servizi di qualità all'utenza. Pertanto, al fine di perseguire gli obiettivi di interesse comune a sostegno e a salvaguardia del diritto alla mobilità sul territorio, intende implementare operazioni a progetto, anche attraverso l'accesso a finanziamenti specifici, che possano rendere maggiormente fruibili i sistemi di mobilità alternativi esistenti sul territorio. L'Ufficio Trasporti del Settore 11 - Viabilità della Città Metropolitana di Reggio Calabria è impegnato nell’attivazione di un progetto denominato “Centro con Car Sharing per Reggio Calabria – Villa S. Giovanni – Scilla” per il miglioramento della mobilità aziendale e privata sostenibile, mediante il Corporate Car sharing aperto al pubblico che punta a limitare l'utilizzo dell'auto privata ad esigenze temporanee e limitate, svolgendo una funzione di adduzione ai servizi di trasporto collettivo attuali ed a quelli proposti, nonché di collegamento con i principali nodi di trasporto esistenti e con le aree dove si concentrano i principali servizi socio-economico-sanitari. Con determinazione del Dirigente del Settore 11 R.G. 846 del 28 Marzo 2019 è stato approvato il progetto “Centro con car sharing per Reggio Calabria – Villa S. Giovanni – Scilla” per l'adesione all'iniziativa convenzionata di supporto alla diffusione di pratiche di condivisione dei veicoli su piccola scala denominata “MicroCarSharing” dell'Agenzia Mobilità Ambiente Territorio, ICS e finanziata dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il progetto è finalizzato, in una prima fase, a focalizzare l'obiettivo sull'area dello stretto microzona integrata di Reggio Calabria, Villa San Giovanni e Scilla, tentando di colmare, in un’ottica di sostenibilità sociale degli interventi, le carenze dell'attuale offerta di servizi di trasporto collettivo, fornendo alternative di trasporto modale attualmente inesistenti e promuovendo, nel medio termine, un riequilibrio modale. Inoltre la realizzazione degli obiettivi di breve termine previsti nel progetto di Corporate Car sharing, risulta fondamentale individuare e coinvolgere attivamente soggetti dotati dia adeguate risorse umane e strumentali e con pregressa e consolidata esperienza nella produzione di servizi di mobilità e trasporto di persone. A tal fine, con note prot. n. 24308 del 25/02/2019 e n.33110 del 18/03/2019, sono stati tenuti incontri tecnico-operativi con l'ATAM di Reggio Calabria al fine di valutare l'opportunità di cooperazione con la Città Metropolitana di Reggio Calabria per il raggiungimento degli obiettivi di interesse collettivo, rivolto alle esigenze di mobilità. ATAM SpA ha manifestato alla Città metropolitana la disponibilità ad avviare un percorso comune finalizzato a migliorare il servizio di Car Sharing. Al fine di conseguire un auspicabile ritorno per la collettività in termini di miglioramento del contesto territoriale, nonché lo sviluppo di servizi innovativi, appare pertanto opportuno affidare ad ATAM, inizialmente per una fase di sperimentazione di sei mesi sulla quale strutturare successivamente un modello di gestione a regime, la gestione del servizio di mobilità complementare ed integrativo denominati C'entro con car sharing all'Azienda Pubblica di Trasporti Metropolitana ATAM S.p.A.
La delega della gestione ad ATAM SpA non comporterà per l’Ente maggiori costi ed oneri rispetto all’attuale gestione operata dalla SVI.PRO.RE.VISTO il Documento Unico di Programmazione approvato con D.C.M. n. 36 del10.07.2018 e n. 84 del 30.11.2018 che prevede la valorizzazione dei beni di proprietà della Città Metropolitana anche al fine di promuovere il patrimonio e l’immagine dell’intero territorio.
La presente deliberazione non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica-finanziaria o sul patrimonio dell’Ente, non comportando, allo stato, maggiori oneri rispetto all’attuale gestione del servizio.
VISTO il parere espresso dal Dirigente pro tempore del Settore 11 Viabilità, ai sensi dell’articolo 49 del D. Lgs. 267/2000, si Delibera Di autorizzare il competente settore 11 Viabilità della Città Metropolitana, ad attivare con l'Azienda Pubblica di Trasporti Metropolitana ATAM S.p.A., nei limiti consentiti dall’enorme vigenti, una fase di sperimentazione di sei mesi per la gestione del servizio di mobilità complementare ed integrativo denominato C'entro con car sharing.

Estratto della DELIBERA DEL SINDACO METROPOLITANO N° 48 / 2019 - Registro Generale -  Oggetto: Car Sharing - Gestione sperimentale con ATAM SpA