Reggio Calabria, riattivato "nucleo" in prefettura per fronteggiare l'aumento dei contagi

Tra le misure decise dal prefetto per fronteggiare l'aumento dei contagi

Rafforzamento del contact tracing, in stretto coordinamento con i rappresentati dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria (Asp), e ripresa dell'attività quotidiana in presenza presso la prefettura del Comitato Territoriale per il monitoraggio dell'attuazione delle misure di contenimento del Covid-19 e dell'andamento del fenomeno emergenziale ed epidemiologico.


Sono alcune delle recenti misure assunte dal prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani alla luce dei dati e degli incontri con i rappresentanti dell'Azienda Sanitaria Provinciale e del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi – Melacrino – Morelli”.

Per quanto riguarda l’attività di contact tracing, diventata particolarmente complessa a causa del sensibile incremento dei contagi, è stato deciso di fornire un fattivo supporto all’Asp, nell’ottica di assicurare l’esecuzione delle misure adottate per contrastare il fenomeno epidemiologico e di monitorarne l’attuazione.

La tempestiva implementazione del database con la mappatura dei contatti fornirà, inoltre, a Forze di polizia e Vigili del Fuoco, un quadro informativo completo e costantemente aggiornato, anche al fine di agevolare l'attività del controllo del territorio.