Avviso pubblico per la designazione di quattro componenti da nominare per costituire la "Commissione per la concessione dei beni confiscati alla 'ndrangheta ed alle forme di criminalità" della Città Metropolitana di Reggio Calabria

AVVISO PUBBLICO

Per la designazione di numero 4 (quattro) componenti da nominare per costituire la "Commissione per la concessione dei beni confiscati alla 'ndrangheta ed alle forme di criminalità" della Città metropolitana di Reggio Calabria.

L'avviso è rivolto a:

  • Soggetti che hanno una comprovata esperienza nel campo delle attività sociali; e Rappresentanti di Enti ed Associazioni che sul territorio metropolitano e/o nazionale siano maggiormanete riconosciuti per la lotta ad ogni forma di criminalità;
  • Rappresentanti o componenti di Enti pubblici statali aventi attinenza con la materia della concessione dei beni confiscati alla 'ndrangheta ed alle forme di criminalità.

 

Con Delibera di Consiglio della Città metropolitana n. 7 del 20/03/2018 è stato approvato il Regolamento della Città metropolitana di Reggio Calabria per la disciplina della gestione e della concessione dei beni mobili iscritti in pubblici registri e dei beni immobili confiscati alla criminalità;

Ai sensi dell'art. 6 del citato Regolamento, la "Commissione per la concessione dei beni confiscati alla 'ndrangheta ed alle forme di criminalità" è composta da 8 (otto) componenti, 4 (quattro) dei quali scelti tra soggetti di comprovata esperienza maturata nel campo delle attività sociali, rappresentanti di Enti ed Associazioni maggiormente riconosciuti per la lotta ad ogni forma di criminalità, rappresentanti o componenti di altri Enti pubblici statali che abbiano attinenza con la materia dei beni confiscati;

Che sempre ai sensi dell'alt. 6 del Regolamento Beni Confiscati, è previsto che i componenti della Commissione siano nominati secondo le modalità di cui al "Regolamento degli indirizzi e delle procedure per le nomine, le designazioni e le revoche dei rappresentanti della Città Metropolitana di Reggio Calabria presso organisn?i partecipati" e secondo gli artt. 27 lett. j, 30 lett. f e 35 dello Statuto della Città metropolitana di Reggio Calabria.

Tanto premesso è indetta una procedura per la ricezione delle autocandidature per le nomine e le designazioni di numero 4 (quattro) membri da nominare per costituire la Commissione per la concessione dei beni confiscati alla 'ndrangheta ed alle forme di criminalità della Città Metropolitana.                                

Possono presentare la loro candidatura i soggetti che, oltre a possedere i requisiti soggettivi indicati nel successivo art. 1, siano in grado di doumentare nel proprio curriculum vitae, una compravata esperienza nel campo delle attività sociali, che siano rappresentanti di Enti ed Associazioni che sul territorio metropolitano e/o nazionale siano maggi01mente riconosciuti per la lotta ad ogni forma di climinalità, che siano rappresentanti o componenti di Enti pubblici statali aventi attinenza con la materia della concessione dei beni confiscati alla 'ndrangheta ed alle forme di criminalità, e per i quali non sussistano elementi oggettivi che inducano a metteme in dubbio la corettezza e l'onorabilità.

 

Art. 1 — Requisiti soggettivi

I requisiti soggettivi richiesti, che devono essere posseduti dal candidato all'atto della presentazione della domanda, sono i seguenti:

  1. cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei paesi europei;
  2. godimento dei diritti civili e politici;
  3. l'insussistenza di cause di inconferibilità ed incompatibilità previste dal d. Lgs. 39/2013 e succ. mod. ed integr., dagli statuti o da norme speciali al momento della nomina da parte dell'Ente;
  4. l'insussistenza delle cause ostative alla candidatura di cui all'art. 10 del decreto legislativo n. 235/2012 (Testo unico delle disposizioni in matelia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi) e succ. mod. ed integr.;
  5. non trovarsi, nei confronti dell'amministrazione metropolitana, in una situazione di conflitto di interessi propri, del coniuge, di conviventi, di parenti o affini entro il secondo grado, anche potenziale;
  6. non essere sottoposto a misure di prevenzione e il non essere a conoscenza dell'esistenza a proprio carico di procedimenti amministrativi per l'applicazione di misure di prevenzione;
  7.  non avere subito condanne penali che escludono dall'elettorato attivo e non essere stati destituiti o dispensati dall 'impiego presso una Pubblica Amministrazione;
  8. non trovarsi in stato fallimentare, ovvero assoggettati ad altra procedura concorsuale nonché l'inesistenza di procedimenti finalizzati alla dichiarazione del proprio fallimento o al proprio assoggettamento ad altra procedura concorsuale;
  9. non essere amministratori di società che si trovino in stato fallimentare, ovvero assoggettate ad altra ebxo/)ditcena ci     Cad'abxicu
    procedura concorsuale, nonché l'inesistenza di procedimenti finalizzati alla dichiarazione del relativo fallimento o al relativo assoggettamento ad altra procedura concorsuale;
  10. non aver ricoperto nei due anni precedenti la catica di amministratore di organismo a totale o parziale partecipazione pubblica, che abbia chiuso in perdita per tre esercizi consecutivi;
  11. non trovarsi, comunque, in condizioni di conflitto d'interessi, anche potenziale, con la Città
    Metropolitana di Reggio Calabria;
  12. non essere stato revocato da precedenti cariche rivestite in qualità di rappresentante della ex Provincia o della Città Metropolitana di Reggio Calabria per motivate ragioni;

    La mancanza anche di uno solo dei sopraindicati requisiti comporta il rigetto della candidatura.
    La perdita di uno dei requisiti soggettivi successivamente alla dichiarata idoneità alla nomina o alla nomina stessa, deve essere immediatamente comunicata all'Amministrazione metropolitana dal candidato idoneo o dal soggetto nominato; la mancata comunicazione costituisce giusta causa di cancellazione del candidato dall'elenco dei soggetti idonei o, nel caso di awenuta nomina, la revoca immediata dell 'incarico conferito dal Sindaco della Città metropolitana di Reggio Calablia.
    La revoca deve essere comunicata all 'interessato a mezzo PEC o raccomandata A/R.
    Restano salve le eventuali ulteriori conseguenze derivanti dalla legge.

 

 

Art. 2 — Domanda di partecipazione e dichiarazione di impegno
La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente utilizzando il modello A allegato al presente avviso.
Oltre al modello A) il candidato dovrà redigere e presentare il modello B) denominato "dichiarazione di impegno" allegato al presente avviso, contenente la dichiarazione che in caso di nomina e/o designazione si impegna ad assicurare la corretta rappresentanza degli interessi della Città Metropolitana, a conformare il proprio comportamento alle nolme di legge, ai provvedimenti, agli indirizzi e alle direttive istituzionali emanati dall'Ente, nonché a svolgere l'incarico di componente della Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana di Reggio Calabria a titolo gratuito e senza alcun diritto al rimborso delle spese vive.
 


Art. 3 - Modalità e termini di presentazione delle candidature
Gli interessati dovranno far pervenire la loro candidatura per essere nominati componenti della Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana di Reggio Calabria, indicando sul plico sigillato o nell'oggetto "Domanda di candidatura per essere nominato componente della Commissione per la concessione dei beni confiscati alla 'ndrangheta ed alle forme di criminalità della Città Metropolitana di Reggio Calabria", allegando, a pena di esclusione, oltre al modello A) ed al modello B) di cui all'alt. 2, anche:
1.    Il curriculum vitae in formato europeo, firmato e datato;
2.    Una breve relazione di accompagnamento al cuniculum dalla quale risultino le esperienze ritenute significative ai fini del conferimento dell'incarico, con riferimento all'attività espletata attualmente ed a quelle espletate in passato, all'eventuale organizzazione o struttura in cui ha precedentemente operato (pubblica o privata), alle cariche eventualmente ricoperte in enti, società ed istituzioni varie.
3.    Una copia del documento di identità in corso di validità.
Le candidature dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del 14 febbraio 2019, mediante consegna a mano all'Uffcio Protocollo della Città Metropolitana — Palazzo "C. Alvaro" - Piazza Italia, ovvero mediante raccomandata A/R ovvero mediante posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo: protocollo@pec.cittametropolitana.rc.it.
Nel caso di spedizione con Raccomandata A/R a mezzo servizio postale, le domande dovranno pewenire entro la data di scadenza dell'avviso, non farà fede la data di spedizione, ma solo quella di ricevimento all'Uff1cio Protocollo dell'Ente.
Qualora la candidatura ed i relativi allegati siano trasmessi tramite PEC, devono essere in formato pdf e devono essere filmati digitalmente, oppure firmati in modo autografo su ogni pagina, scansionati e inviati unitamente alla scansione di un documento di identità valido.


Art. 4 - Modalità di valutazione dei requisiti
La verifica del possesso dei requisiti soggettivi di cui all'atticolo l, nonché il requisito della comprovata esperienza maturata nel campo delle attività sociali, vetTà effettuata dal Settore competente per materia il quale, entro 30 giorni dalla scadenza del telmine di presentazione delle domande di candidatura, valuterà preliminannente il possesso dei requisiti richiesti, le dichiarazioni sulla sussistenza o meno di cause di inconferibilità ed incompatibilità, dichiarando successivamente, l'idoneità o meno di ciascun candidato in rapporto alla carica di componente della Commissione beni confiscati della Città metropolitana di Reggio Calabria.
All'esito della suddetta istruttoria, sempre il Settore competente in materia provvederà a formare un elenco dei candidati idonei alla nomina, elenco che sarà pubblicato sul sito istituzionale della Città metropolitana di Reggio Calabria per i 30 giorni successivi.
L'inserimento nell'elenco non comporta alcun diritto di ottenere la nomina e/o l'attribuzione dell'incarico di componente della Commissione beni confiscati.
A conclusione dell'istruttoria, il Sindaco metropolitano individua con proprio decreto il soggetto da nominare o designare.

Art. 5 - Trattamento dei dati personali
Ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e degli arti. 4, n. 7) e 24 del Reg. UE 2016/679 del 27.4.2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali (di seguito, "Regolamento" o "GDPR"), il trattamento dei dati contenuti nelle domande avverrà con utilizzo di procedure informatiche e di archiviazione cartacea dei relativi atti. Il conferimento dei dati è obbligatorio ai fini dello svolgimento della procedura oggetto del presente avviso.

Art. 6 - Clausole di salvaguardia
Si rende noto che con il presente Avviso non è posta in essere alcuna procedura concorsuale o para-concorsuale, non sono previste graduatorie, attribuzione di punteggio o altre classificazioni di merito. L'Amministrazione metropolitana, inoltre, si riserva il potere di sospendere o revocare il presente avviso, a suo insindacabile giudizio, senza che possa essere avanzata dai candidati alcuna pretesa o indennizzo di solta. Il presente avviso non ha carattere vincolante per l'Ente.

 

Per l'Avviso pubblico clicca qui.