Bando internazionalizzazione - Regione Calabria

La Regione Calabria mira a incrementare e qualificare la quota di esportazione dei prodotti e dei servizi delle imprese regionali sui mercati esteri, favorendo l’apertura del sistema produttivo calabrese.

 

Stanziamento

L’ammontare complessivo delle risorse è pari a € 1.840.734,18.

 

Beneficiari

Possono presentare domanda:

  • Le PMI calabresi;
  • I lavoratori autonomi calabresi, anche in associazione;
  • I consorzi, le società consortili di imprese, le reti di PMI calabresi già costituiti e comprensivi di almeno 4 imprese.

 

Ambito di applicazione

Il bando prevede la concessione di aiuti esclusivamente per iniziative ricadenti nelle aree di innovazione della Smart Specilization Strategy (S3) della Regione Calabria, ossia:

  1. Agroalimentare;
  2. Edilizia sostenibile;
  3. Turismo e Cultura;
  4. Logistica;
  5. ICT e Terziario Innovativo;
  6. Smart Manufacturing;
  7. Ambiente e Rischi Naturali;
  8. Scienze della vita.

 

Interventi finanziabili

L’Avviso sostiene la realizzazione progetti per l’export, riferiti a non più di due paesi target individuati nel Programma Attuativo 2017/2018 per l’internazionalizzazione.

Gli interventi dovranno riguardare:

  • La partecipazione a fiere e saloni internazionali e la realizzazione di eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali;
  • La realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero;
  • La promozione di incontri bilaterali e partnership tra operatori italiani ed esteri;
  • L’attivazione di azioni di comunicazione sui mercati esteri;
  • Il rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione;
  • La certificazione per l’export.

 

Spese ammissibili

Le spese ammissibili devono riguardare:

  • Per la partecipazione a fiere e saloni internazionali e per la realizzazione eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali: la quota di partecipazione, l’affitto e l’allestimento dello stand; l’interpretariato, la traduzione, il servizio hostess e il noleggio di attrezzature e strumenti; gli oneri di trasporto, assicurativi e similari; le spese per la comunicazione; le spese di viaggio e di pernottamento.
  • Per la realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero: le spese di affitto e di allestimento; il noleggio di attrezzature e strumentazioni; il trasporto di campionari.
  • Per la promozione di incontri bilaterali e partnership: l’affitto sale; le spese di viaggio, di pernottamento e per l’ospitalità di operatori esteri in Italia; le spese per servizi di ricerca e selezione partner e/o distributori all’estero e assistenza forniti da “società di TEM” accreditata dal MISE.
  • Per le azioni di comunicazione sui mercati esteri: le spese per azioni dimostrative dei prodotti e dei servizi; spese per la promozione, quali pubblicità, spot radio e tv, web.
  • Per il rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione: le spese per la creazione o l’implementazione dei siti web in inglese e/o nella lingua dei paesi target;  le spese per l’ideazione e la realizzazione di brand; le spese per la redazione di un piano web e social marketing specifico; spese per servizi di affiancamento del personale; le spese per la definizione o la sottoscrizione di accordi di collaborazione e/o di costituzione di joint venture; le spese per analisi di mercato e studi di settore per l’internazionalizzazione; la consulenza specifica di un Temporary Export Manager.
  • Per la certificazione per l’export: le spese per servizi di certificazione di prodotto o aziendali.

 

Contributo

Le agevolazioni «de minimis» sono concesse nella forma di un contributo a fondo perduto nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di:

  • € 200.000,00 per progetti proposti da consorzi/società consortili, reti di imprese o associazioni tra lavoratori autonomi;
  • € 50.000,00 per progetti proposti da singole PMI o singoli lavoratori autonomi.

L'erogazione del contributo avverrà con le seguenti modalità:

  1. erogazione dell’anticipazione fino al 40% dell’importo del contributo;
  2. erogazioni successive fino ad un massimo complessivo del 90% del contributo, al lordo dell’anticipo eventualmente ricevuto;
  3. erogazione finale del residuo 10%.

 

Soggetto gestore

Per gli adempimenti relativi all’istruttoria delle domande, all’erogazione delle agevolazioni e alla gestione delle stesse, l’Amministrazione Regionale si avvarrà del supporto del Soggetto Gestore Finacalabra S.p.a.

 

Domanda

L’Avviso, con la relativa modulistica, sarà visionabile sul sito della Regione Calabria, http://www.regione.calabria.it/calabriaeuropa.
Le Domande di Agevolazione dovranno essere compilate on line,
accedendo, previa registrazione, al sito http://www.regione.calabria.it/calabriaeuropa,
sottoscritte digitalmente e inviate mediante procedura telematica a decorrere dalla data che
sarà fissata con successivo decreto.

Si comunica, con decreto n. 7421 del 09 luglio 2018, il differimento del termine di apertura dello sportello telematico per la presentazione delle domande: dal 9 luglio 2018 al 19 luglio 2018, ore 12,00.

 

 

Valutazione

Selezione “a sportello valutativo”.
La verifica di ammissibilità e la valutazione delle domande di agevolazione verranno effettuate secondo l'ordine cronologico di presentazione da una Commissione di Valutazione appositamente nominata dall’Amministrazione Regionale.

 

Informazione e comunicazione

Il beneficiario è tenuto ad informare il pubblico in modo chiaro che l’operazione in corso di realizzazione è stata selezionata nell’ambito del POR Calabria 2014/2020 e che l’intervento viene realizzato con il concorso di risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), dello Stato italiano e della Regione Calabria.

Per ulteriori info clicca qui