PNRR - Finanziamento progetti socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno a sostegno del Terzo settore

Concessione di contributi destinati alla realizzazione di progetti per interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nelle Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) a sostegno del Terzo Settore da finanziare nell’ambito del PNRR. In particolare sono finanziati gli interventi per il contrasto della povertà educativa attraverso il potenziamento dei servizi socioeducativi a favore dei minori con specifico riferimento ai servizi assistenziali, nella fascia 0-6 anni, e a quelli di contrasto alla dispersione scolastica e di miglioramento dell’offerta educativa, nella fascia 5-10 e 11-17 anni. I destinatari delle iniziative ammissibili dovranno essere i minori che versano in situazione di disagio o a rischio di devianza individuati anche dai servizi territoriali.

PNRR - Finanziamento progetti socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno a sostegno del Terzo settore
Soggetti proponenti


Enti del terzo settore del Mezzogiorno d'Italia. Nell’ambito della fascia 11-17 anni deve obbligatoriamente essere presente almeno un soggetto appartenente al sistema regionale dell’istruzione e della formazione tecnico-professionale in possesso dei requisiti per l’accreditamento e/o gli Istituti Tecnico Superiori.

Dotazione finanziaria

30 milioni di euro a valere su fondi del PNRR

Contributo concedibile

Da 125.000 a 250.000 € che rappresenta il 95% del costo complessivo del progetto. Il Cofinanziamento minimo che deve essere garantito dai proponenti è del 5% del costo complessivo.

Risorse

30 milioni di € a valere su Missione 5- Componente 3-Investimento 3 del PNRR;

Contributo concedibile: 125.000 a 250.000€ che non potrà essere superiore al 95% del costo complessivo del progetto;

Cofinanziamento minimo

Minimo 5% del costo complessivo;

Soggetti beneficiari

Minimo tre di cui almeno 2 Enti del terzo settore, di cui uno come Soggetto proponente “capofila”. Nell’ambito della fascia 11-17 anni deve obbligatoriamente essere presente almeno un soggetto appartenente al sistema regionale dell’istruzione e della formazione tecnico-professionale in possesso dei requisiti per l’accreditamento e/o gli Istituti Tecnico Superiori;

Oggetto

Contrasto della povertà educativa attraverso il potenziamento dei servizi socioeducativi a favore dei minori con specifico riferimento ai servizi assistenziali, nella fascia 0-6 anni, e a quelli di contrasto alla dispersione scolastica e di miglioramento dell’offerta educativa, nella fascia 5-10 e 11-17 anni. I destinatari delle iniziative ammissibili dovranno essere i minori che versano in situazione di disagio o a rischio di devianza individuati anche dai servizi territoriali;

Durata

Da 1 a massimo 2 anni;

Ammissibilità

In base alle cause di inammissibilità dell’Avviso effettuata da apposita Commissione all’uopo nominata;

Valutazione

In base ai criteri dell’Avviso effettuata da apposita Commissione all’uopo nominata con una soglia minima di 60 punti.

Modalità e Termini presentazione istanze

I progetti possono essere presentati tramite il sito https://bandi.agenziacoesione.gov.it entro le ore 12.00 del 1 marzo 2022.

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI

NEWS