Servizi sociali: Avviso per l'accoglienza in strutture socio assistenziali

Il Comune di Villa San Giovanni capofila dell'Ambito Territoriale Sociale 14 intende istituire un elenco aperto di strutture socio assistenziali a ciclo residenziale e semiresidenziale, che erogano servizi in favore dei cittadini residenti nell’Ambito territoriale, per l’acquisto di prestazioni dai soggetti accreditati attraverso successivo accordo/contratto e per tale scopo ha emanato un avviso pubblico diretto a favorire la massima partecipazione nell'ambito dei servizi sociali degli operatori per l’istituzione di un elenco aperto di strutture socioassistenziali residenziali e semiresidenziali, domiciliari e territoriali (escluse tipologia da 5.6 a 5.9 in SCIA) autorizzate al funzionamento e accreditate per l’accoglienza di minori, adulti, disabili e anziani. All'Ambito Territoriale 14 appartengono i Comuni di Bagnara Calabra, Calanna, Campo Calabro, Fiumara, Laganadi, San Procopio, San Roberto, Sant’Alessio, Sant’Eufemia, Santo Stefano, Scilla e Sinopoli.

Servizi sociali: Avviso per l'accoglienza in strutture e attività socio assistenziali
L’Ambito Territoriale Sociale, nell’ambito delle risorse finanziare disponibili e sulla base del fabbisogno territoriale, così come determinato dalle priorità e dalle strategie definite nel Piano di Zona e dalla pianificazione regionale, provvederà ad individuare i soggetti presso cui acquistare o ai quali affidare, attraverso successivo convenzionamento, i servizi sociali tra quelli autorizzati e accreditati e iscritti all’Albo Regionale dei soggetti, pubblici e privati, che gestiscono strutture e attività socio assistenziali.

Si specifica, quindi -riporta l'avviso- che, l'accreditamento non comporta alcun obbligo a instaurare con i soggetti accreditati rapporti contrattuali per l'erogazione di interventi e servizi sociali e per la fornitura di prestazioni, il cui costo si ponga a carico del servizio pubblico.

Elenco aperto delle strutture autorizzate accreditate
Nell’elenco vengono iscritte, su domanda dei soggetti interessati, le strutture presenti sul territorio dell’Ambito territoriale che siano in possesso, dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività e dell’accreditamento. L’elenco è pubblico e riporta i dati identificativi del soggetto titolare dell’autorizzazione, i dati della struttura e la relativa organizzazione e la tipologia della struttura.
L’iscrizione all’elenco di cui al presente articolo è condizione necessaria per il convenzionamento delle strutture con l’ente pubblico.
L’Elenco è in periodico aggiornamento perlomeno trimestrale e sarà consultabile sul sito istituzionale dei Comuni dell’Ambito Territoriale 14.
L’elenco è articolato in sezioni corrispondenti alle varie tipologie di destinatari di cui al Regolamento n. 22/2019.

Soggetti destinatari dell’Avviso e requisiti di partecipazione
Possono richiedere l’iscrizione all’elenco gli operatori previsti dall’art. 45 del D.lgs. 50/2016 e dell’art. 1 comma 7 della Legge 23/2003 e s.m.i., che hanno strutture ubicate sul territorio dei Comuni facenti parte dell’Ambito Territoriale 14, in possesso di autorizzazione al funzionamento e accreditamento, o avere presentato istanza per l’ottenimento dell’accreditamento, ai sensi del Regolamento n. 22/2019, interessati ad ottenere il convenzionamento per l’espletamento dei seguenti servizi sociali:
a) strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale che risultano in possesso dell’autorizzazione al funzionamento e dell’accreditamento ai sensi del Regolamento n. 22/2019 di cui all’allegato A;
b) all'erogazione dei servizi domiciliari di cui al Capo 5 dell’Allegato A del citato regolamento n.22/2019;
c) all'erogazione dei servizi territoriali di cui al Capo 5, paragrafi dal 5.6 al 5.16 dell’Allegato A al citato regolamento n. 22/2019. Gli organismi interessati delle attività indicate ai paragrafi da 5.6 a 5.9, non sono soggetti all’obbligo di preventiva autorizzazione al funzionamento, e devono
inoltrare una comunicazione di avvio dell’attività ovvero una SCIA ai sensi dell’art 19 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 all’ufficio Sportello Unico delle Attività del Comune dove ricade prima della presentazione dell’istanza relativa al presente avviso.

Gli organismi partecipanti, altresì, alla data di presentazione della domanda devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) Avere sede operativa nel territorio dell’Ambito Territoriale 14;
b) Sussistenza di finalità statutarie e/o istituzionali congruenti con i servizi e le attività oggetto della presente procedura, desumibili dall’atto costitutivo, dallo statuto o da analoga documentazione istituzionale prevista dalla specifica disciplina vigente in relazione alla natura del soggetto partecipante;
c) Essere in possesso dei requisiti di idoneità morale e professionale per stipulare convenzioni e/o patti d’intento con la Pubblica Amministrazione;
d) Assenza delle cause di esclusione art. 80 D.Lgs. 50/2016 per tutta la durata della procedura e non essere incorsi, ai sensi della normativa vigente, in ulteriori cause di divieto a contrarre con la pubblica amministrazione alla data della compilazione e sottoscrizione della relativa
dichiarazione sostitutiva;
e) Essere in regola in materia di contribuzione previdenziale, assicurativa e infortunistica, per tutti i soggetti che hanno una posizione Inail o INPS attiva.

Modalità di presentazione delle istanze
Le istanze, a cura del legale rappresentante dell’organismo interessato, dovranno essere presentate esclusivamente, entro 15 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso attraverso il protocollo dell’Ente o tramite PEC: protocollo@pec.comune..villasangiovanni.rc.it.
Al momento della presentazione della richiesta di cui al presente avviso i medesimi soggetti, se non già accreditati, devono avere già presentato istanza per l’ottenimento dell’accreditamento ai sensi del Capo VI del Regolamento n. 22/2019.
L’istanza, compilata su modello allegato al presente Avviso dovrà essere corredata dalla documentazione di seguito indicata:
a) Copia del Documento di identità del Legale Rappresentante/Titolare;
b) Copia dell’atto costitutivo e dello Statuto;
c) Copia del provvedimento di autorizzazione al funzionamento e dell’accreditamento;
d) Dichiarazione nella forma di “Autocertificazione” del mantenimento di tutti i requisiti, relativamente alle attività di competenza, secondo la normativa richiamata (DGR 503/2019 e Regolamento n. 22/2019);
e) Istanza per l’ottenimento dell’accreditamento (nel caso di provvedimento non ancora rilasciato), corredata da tutti gli allegati previsti;
f) SCIA per le attività di cui ai paragrafi da 5.6 a 5.9 dell’Allegato A del Regolamento n.22/2019.

Istruttoria istanze
A seguito della presentazione dell’istanza, l’Ufficio di Piano verifica la regolarità delle domande e della relativa documentazione e definisce l’elenco aperto delle strutture socio assistenziali a ciclo residenziale e semiresidenziale, domiciliare e territoriale per l’acquisto di prestazioni dai soggetti accreditati attraverso successivo accordo/contratto. L’ufficio di piano successivamente procede nell’ambito delle risorse finanziarie disponibili, all’individuazione dei soggetti, tra coloro inseriti nell’elenco aperto da cui, successivamente, previo convenzionamento, acquistare o affidare i servizi sociali tra quelli autorizzati, accreditati e iscritti all’Albo di cui all’articolo 24, avvalendosi delle seguenti modalità:
a) acquisto di servizi e prestazioni dai soggetti del terzo settore, ai sensi dell’articolo 1, comma 7, della legge regionale n. 23/2003 e s.m.i., mediante accordi/contratti stipulati con i fornitori, iscritti in una apposita sezione dell’Elenco, che si dichiarano disponibili a erogare i servizi, secondo tariffe e caratteristiche qualitative preventivamente concordate e ivi indicate, anche a favore di utenti in possesso dei titoli per l’acquisto dei servizi sociali di cui all’articolo 27 della legge regionale legge regionale n. 23/2003 e s.m.i.;
b) affidamento della gestione dei servizi ai soggetti del terzo settore, ai sensi dell’articolo 1, comma 7, e dell’articolo 14, comma 5, della legge regionale n. 23/2003 e s.m.i.;
c) convenzioni con le organizzazioni di volontariato di cui al D.lgs. 117 del 3 luglio 2017. La scelta tra le modalità di cui sopra è effettuata sulla base di specifica motivazione e nel rispetto di quanto stabilito dalla Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) con Delibera n. 32/2016 (linee
guida per l’affidamento di servizi a enti del terzo settore) in ordine ai principi di imparzialità, trasparenza, concorrenza e non discriminazione.

Vai all'avviso e alla domanda di partecipazione

Google News Per le nostre ultime notizie da GOOGLE NEWSSEGUICI

NEWS