Torrente Immacolata Villa San Giovanni, rimozione della sabbia

Con determina n. 55 del 14-04-2021 il Settore Qualita' Urbana ed Ambientale del Comune di Villa San Giovanni ha autorizzato il prelievo e la rimozione del materiale fuoriscito dal torrente Immacolata, in via Riviera incrocio con via salvo D'Acquisto e via Lungomare Cenide.

Torrente Immacolata Villa San Giovanni, rimozione della sabbia
Il tratto scoperto del torrente Immacolata, posto alla fine di via Riviera che incrocia via Salvo D’Acquisto e via Lungomare Cenide, al verificarsi di forti piogge, espelle sistematicamente una consistente quantità di materiale terroso sulle vie prima citate che occlude l'accesso alle suddette vie.

Le operazioni di rimozione della sabbia riposta a lato della carreggiata ricca di detriti e non facente piu' parte del materiale del torrente Immacolata risultano molto onerose per l'Ente comunale di Villa San Giovanni che, piu' volte, ha provveduto alla rimozione.

Con nota Prot. n. 9524 del 06-04-2021 è pervenuta presso il Settore Qualita' Urbana ed Ambientale una richiesta di prelievo sabbia dal sito in Villa San Giovanni da parte della società SPORTING STELLE DEL SUD SRL.
La Ditta incaricata ha dato la sua disponibilita' a proprie spese per la rimozione, il trasporto e il riutilizzo del materiale terroso richiesto.

Accertato che il materiale terroso fuoriuscito dal Torrente Immacolata e posto su via Riviera incrocio con via Salvo D’Acquisto e via Lungomare Cenide rientra nella casistica riportata nel D.P.R. 120/2017 terre e rocce da scavo che hanno requisiti tali da poter essere trattati come sottoprodotti e che, in quanto tali, possono essere riutilizzate nell'ambito della stessa opera per la quale sono state generate, di una diversa opera - in sostituzione dei materiali di cava - o in processi produttivi.

Dato atto che, il materiale posto su via Riviera incrocio con via Salvo D’Acquisto e via Lungomare Cenide rappresenta un pericolo per il traffico veicolare cittadino e, la succitata procedura non comporta alcuna spesa per l'Ente comunale di Villa San Giovanni, sara' ceduto dall'Ente e rimosso a titolo gratuito dalla ditta SPORTING STELLE DEL SUD SRL per il suo riutilizzo.

Ulteriori accertamenti sono stati condotti volti ad appurare l'esistenza di rischi da interferenza nell'esecuzione dell'appalto e che non sono stati riscontrati i suddetti rischi, pertanto non è necessario provvedere alla redazione del DUVRI.

Il prelievo del materiale in oggetto potrà essere effettuato soltanto dopo aver messo in atto tutte le procedure previste dal D.P.R. 120/2017 e s.m.i. per terre e rocce sul portale ARPACAL.

Appurato che, sotto il profilo del rischio interferenziale, nell’esecuzione del presente appalto, in conformità a quanto previsto dal D.lgs. n. 81/2008, non si rende la redazione del DUVRI poiché le attività del servizio non interferiscono con altre attività lavorative dell'Amministrazione di Villa San Giovanni, e non sono stati rilevati rischi ulteriori rispetto a quelli specifici dell’attività propria dell’operatore economico.

Il materiale sabbioso contenuto all'interno del Torrente Immacolata è risultato compatibile e servira' in via provvisoria per il ripascimento della costa di Cannitello, precisamente nella zona antistante del torrente Zagarella, solo dopo l'autorizzazione da parte del Settore 13 - Difesa del suolo e Demanio idrico e fluviale della Citta' Metropolitana di Reggio Calabria. Procedura presente nell'esposto in Procura presentato dal presidente Giancarlo Citrea del Comitato Co.Sa.Vi.  nei confronti del Sindaco Avv. Giuseppe Falcomata' e del responsabile del Settore 13 Arch. Mezzatesta.

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI