Villa San Giovanni, abbandona i rifiuti e viene beccato dalle Guardie per l'ambiente. Tutti i dettagli

Con ricorso depositato in data 15/10/2020 e notificato al Comune di Villa San Giovanni (RC) a cura della Cancelleria del Giudice di Pace di Reggio Calabria, il Sig. Z.A. impugnava il verbale di violazione amministrativa n. 15/2020 del 15/09/2020, redatto dalla Guardie per l’Ambiente per violazione al regolamento comunale n° 50 del 08/11/2018 e successive integrazione, in materia di raccolta differenziata.

Villa San Giovanni, abbandona i rifiuti e viene beccato dalle Guardie per l'ambiente. Tutti i dettagli
Il ricorrente, a sostegno della domanda, contestava il verbale di accertata violazione amministrativa redatto dalle Guardie Ambientali, chiedendo l’annullamento per errata applicazione dell’art. 14.5 del sopracitato regolamento comunale, di seguito l'articolo 14.5 del regolamento comunale per la raccolta differenziata:
Sono, inoltre, vietati:
- l'abbandono, lo scarico, il deposito incontrollato di rifiuti su aree pubbliche o ad uso pubblico, e sulle aree private;
- la cernita, il rovistamento e il prelievo dei rifiuti collocati negli appositi contenitori o diversamente conferiti al servizio;
- l'esposizione di contenitori lungo il percorso di raccolta in giorni diversi e fuori dagli orari stabiliti dal calendario del servizio;
- l'uso improprio di vari tipi di contenitori utilizzati per la raccolta di rifiuti;
- l'utilizzo di contenitori non assegnati all'utenza;
- l'imbrattamento, l'affissione di manifesti o altro sui contenitori per la raccolta dei rifiuti;
- i comportamenti che creino intralcio o ritardo all'opera degli addetti ai servizi, inclusa la sosta di veicoli in spazi non consentiti;
- il conferimento di rifiuti diversi da quelli cui i contenitori o i sistemi di raccolta sono destinati.

Pertanto, al fine di tutelare la posizione del Comune dal ricorso promosso dal Sig. Z.A. dinanzi al Giudice di Pace di Reggio Calabria per l'udienza del 06/05/2022, il Commissario prefettizio nomina, con sottoscrizione della procura, quale difensore dell’Ente, l’Avv. Fernando Scrivano, attuale legale dell’Avvocatura Civica.
Sintesi della Delibera del Commissario prefettizio N. 64 del 28-04-2022.

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI

NEWS