Villa San Giovanni: Ecco il "Regolamento per il Servizio di Illuminazione Votiva nei Cimiteri"

L'Ente comunale di Villa San Giovanni non era dotato di un regolamento inerente la gestione del servizio di illuminazione votiva. Al fine di disciplinare il funzionamento del predetto servizio, il Consiglio comunale, il 30-12-2021, con delibera n. 53, approva apposito regolamento come obiettivo principale la gestione dello stesso, nonché la disciplina dei rapporti tra l’Ente e gli utenti del servizio e le modalità di liquidazione e riscossione del canone.

Villa San Giovanni: Ecco il "Regolamento per il Servizio di Illuminazione Votiva nei Cimiteri"
Il Regolamento riguarda il servizio di illuminazione votiva con lampade elettriche nei cimiteri comunali di Villa San Giovanni Centro e Cannitello. Disciplina inoltre, i rapporti tra l'Ente e gli utenti del servizio, le modalità di liquidazione, dì riscossione e di contenzioso. Il “Regolamento Comunale per la Gestione del Servizio di Illuminazione Votiva” è composto da 15 articoli e da 4 moduli per richieste/schemi, che costituiscono parte integrante.

Il servizio di illuminazione votiva nei cimiteri comunali è gestito in economia dal Comune. E' fatta salva la possibilità di individuare, da parte dell'Amministrazione - come riporta la delibera - altra forma di gestione consentita dalla legge. Le competenze amministrative sono espletate dal Settore Patrimonio, SUAP, Pianificazione Territoriale. La responsabilità del procedimento compete al Responsabile del Settore o dipendente da lui formalmente delegato.

Il Settore Patrimonio, SUAP, Pianificazione Territoriale, cui competono i Servizi Cimiteriali provvederà - spiega nella delibera - attraverso il personale tecnico-operativo del Settore Lavori Pubblici, Qualità Urbana ed Ambientale ed in eventuali casi di necessità, anche mediante ricorso a ditta esterna specializzata, ai nuovi allacciamenti, alla manutenzione e sorveglianza degli impianti ed a tutte le opere di necessarie a migliorare l'impianto, ampliarlo o potenziarlo.

Il Comune provvede alla realizzazione ed alla manutenzione ordinaria e straordinaria occorrente agli impianti delle lampade votive, eccezione gli impianti all'interno delle Cappelle private per le quali l'Ente comunale provvederà alla sola erogazione dell'energia elettrica attestata in un punto esterno della costruzione. La realizzazione dell'impianto è effettuata dal concessionario della cappella stessa e l'allaccio alla rete elettrica è effettuato solo previa verifica della documentazione necessaria che attesti la conformità dell’impianto alla normativa vigente.
La manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto elettrico interno alle Cappelle è a carico del concessionario della sepoltura.

Il servizio di illuminazione votiva è continuativo (giorno e notte). Il Comune provvede all'accensione ininterrotta delle lampade votive assicurando a tutti i cittadini che ne facciano richiesta l’illuminazione laddove è tecnicamente possibile. Dopo la richiesta per usufruire del servizio dell'impianto di illuminazione votiva nei campi di inumazione sarà attivato entro 30 giorni dalla data di tumulazione.

Vai Al Regolamento

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI

NEWS