La Villese 1946 gioca a porte chiuse: Il diniego del Comune di Villa San Giovanni

La Società Villese 1946 rende noto con estremo rammarico alla cittadinanza, che in data 30/10/2021, è stato notificato che la gara Villese - Polistena del 31/10/2021, terminata 2 - 0, si è disputata a porte chiuse e senza la presenza del pubblico. Pertanto, nessuna autovettura, ivi comprese quelle di giocatori e dirigenti poteva accedervi all'interno dell'impianto sportivo.

La Villese 1946 gioca a porte chiuse: Il diniego del Comune di Villa San Giovanni

La Società si scusa con i cittadini, le famiglie, i tifosi, gli abbonati, gli sponsor e con quanti hanno contribuito alla rinascita della Villese 1946 per l'ennesimo provvedimento di limitazione della fruibilità dell'impianto da parte della dirigente responsabile del Settore Patrimonio del Comune di Villa San Giovanni. Un provvedimento limitativo che segue un precedente atto di diniego ancora più violento notificato durante una manifestazione di beneficenza già autorizzata è patrocinata da Comune e che avrebbe dovuto disputarsi la scorsa estate.

Nel corso della prossima settimana, il gruppo dirigente che da cinque mesi lavora alacremente per il rilancio dello sport cittadino, provato dall'interruzione pandemica, deciderà se proseguire la corposa attività messa in atto o rinunciare definitivamente al progetto messo in campo. Un progetto accolto con entusiasmo sia dall'Amministrazione Comunale che dalla cittadinanza.

Considerato che la struttura sportiva in disamina è comunale, e le asserite carenze documentali ed autorizzative rilevate dalla zelante dirigente dovrebbero essere sanate proprio dall'ufficio diretto dalla Stessa, in carica dal 19 dicembre 2019, ci si domanda quali attività amministrative risolutive abbia posto in essere la funzionaria per rendere fruibile alla cittadinanza una struttura pubblica, uno stadio, a chiara connotazione sociale, tenuto conto che altri due impianti sportivi sono chiusi, nella totale inerzia di chi dovrebbe agire per renderli fruibili.

La società sportiva Villese 1946 - continua nel comunicato - per sopperire all'inerzia degli uffici preposti, ha provveduto, a proprie spese, a richiedere ed ottenere l'omologazione del terreno di gioco da parte della Figc, sebbene si trattasse di un costo che avrebbe dovuto sostenere l'Ente comunale.

La ASD Villese, nel rispettare in pieno quanto imposto dal provvedimento, si riserva di evidenziare presso gli organi a ciò deputati le omissioni degli atti d'ufficio riconnessi alla inerzia del Settore Patrimonio, Ufficio preposto all'ottenimento di quanto necessario alla completa fruibilità dello Stadio, di modo che, chi esercita giustamente i poteri pubblici, disponendo dinieghi in punto di legge, si assuma le correlate responsabilità di agire affinché le criticità si risolvano per come la stessa legge impone ai pubblici funzionari.

Google News Per le nostre ultime notizie da Google NewsSEGUICI